Data:21/09/2014 10.03.08- u. 387

Home

Versione stampabile
Comunicati
19.09.14 INCIDENTE SUL LAVORO
GUERCI, CGIL: DA COMUNE E REGIONE SOLO CORDOGLIO E RETORICA"Due o...

19.09.14 PA SALARIO ACCESSORIO
CGIL: PRODUTTIVITÀ NON È BESTEMMIA, MA NO A TAGLI MASCHERATI"L'ob...

19.09.14 TEATRO OPERA
CGIL: SE CON REFERENDUM PREVALE IL "NO" VA RIVISTO PIANO INDUSTRI...

19.09.14 FORMAZIONE- PROGETTO DROID
CGIL LAZIO LANCIA "DROID": NUOVA FORMAZIONE PER "SINDACALISTI 2.0...

18.09.14 METRO B FILLEA
FILLEA CGIL: CONSORZIO AVVIA LICENZIAMENTO 39 LAVORATORI“Mentre g...

18.09.14 METRO C
SINDACATI: PROSEGUE PROTESTA IN CANTIERI, STIPENDI NON PAGATI DA ...

18.09.14 SANITA'
DI COLA: PRECARI E STRUTTURE DI INTERESSE NAZIONALE FUORI DA TURN...

17.09.14 SANITA' - FATEBENEFRATELLI
CGIL-CISL: NEANCHE SIAMO LIBERI DI SCIOPERARE"Dopo le intimidazio...

17.09.14 METRO C
CGIL-CISL-UIL: LAVORATORI DI NUOVO IN PROTESTA PER SALARI NON PAG...

16.09.14 PORTUALITA'
SINDACATI: DOPO 3 GIORNI DI MOBILITAZIONE EDILI PRIMI RISULTATI" ...








CGIL LAZIO LANCIA "DROID": NUOVA FORMAZIONE PER "SINDACALISTI 2.0"


Nuovi percorsi di formazione per l'intera struttura del sindacato, aggiornando operatori, quadri e dirigenti alle sfide delle nuove tecnologie, per cambiare contrattazione, tutela e rappresentanza. È il progetto DROID (Dare Risposte Organizzate a Identità e Diritti), lanciato stamattina dalla Cgil di Roma e del Lazio, con il convegno "Ritorno al Futuro - come modernizzare senza escludere", al Centro Congressi Cavour. Il sindacato guidato da Claudio Di Berardino si candida dunque ad "agente del cambiamento" per "agevolare un processo di sviluppo del benessere e della solidarietà collettivi".

>> Leggi tutto


PIAZZA BELLA PIAZZA

CITTÀ METROPOLITANA, CGIL LAZIO: "SCANDALOSE ZUFFE PER SPARTIZIONE POSTI"

13.09.14 "Quello che sta capitando a Roma e nel Lazio è oggettivamente una cosa scandalosa, perché ci sono delle zuffe per la spartizione dei posti, non c'è una discussione come noi chiediamo sulle funzioni, i servizi, il ruolo dei dipendenti". Così il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, a margine della conclusione di "Piazza bella piazza", la festa del sindacato, a piazza Farnese. "Questa discussione invece dentro le forze politiche e le istituzioni non si sta compiendo - sottolinea - mi auguro che nelle prossime ore si apra". Cgil, Cisl e Uil, annuncia, "la apriranno perché passa da questa via la riorganizzazione della macchina pubblica, altrimenti abbiamo dato solo l'impressione di cambiare, le cose rimangono le stesse e i cittadini neanche se ne accorgono". "Ci farebbe piacere sapere - attacca Di Berardino - come i 100 milioni che vengono risparmiati da questa riorganizzazione vengono poi utilizzati per i servizi, il lavoro, il welfare delle persone e dei territori".

>> Leggi tutto


PIAZZA BELLA PIAZZA. CONF. STAMPA
ALLARME CGIL: NEL LAZIO DAL 2008 PERSI 150MILA POSTI

DI BERARDINO: IN 2014 CASSA INTEGRAZIONE SFIORERÀ 100MLN ORE


05.09.14 Continua a crescere la disoccupazione nel Lazio: in sei anni e'' aumentata di quasi 5 punti percentuali, passando dal 7,5% del 2008 al 12,4% del 2014 (era al 12,3% nel 2013). Boom anche per la cassa integrazione: nel territorio le ore di Cig sono salite dai 15 milioni del 2008 ai 75 del 2013, con il 2014 che probabilmente segnera'' un nuovo record: a luglio il dato raggiungeva gia'' i 50 milioni, e se il trend si confermera'' a fine anno si sfioreranno i 100. Questi i dati diffusi dalla Cgil di Roma e Lazio nel corso di una conferenza stampa del segretario Claudio Di Berardino nella sede di via Buonarroti. "Purtroppo il contesto economico e sociale continua a essere drammatico- l''allarme Di Berardino- la disoccupazione continua a crescere, 5 punti in piu'' dal 2008, segno di come la crisi sia cresciuta investendo famiglie e territori". Anche il tasso di occupazione e'' crollato: "All''inizio della crisi era al 60,2%, nel 2013 siamo scesi al 57 e nessuna provincia si salva dalla crisi". Dal 2008, ha sottolineato il segretario, "nel Lazio hanno perso il lavoro oltre 150mila persone, e oggi a causa della deflazione si perdono 50 posti di lavoro al giorno in tutta la regione. Le persone in cerca di occupazione nel Lazio sono piu'' di 300mila, gli inattivi oltre 200mila e il tasso disoccupazione giovanile e'' sempre sopra il 40%". Negativo, come detto, anche il dato della Cig: "Eravamo a 15 milioni di ore nel 2008, siamo arrivati a 75 nel 2013 e gia'' a 50 a luglio 2014. Se questo trend rimanesse stabile a fine anno sfioreremmo i 100 milioni".
(foto Dire)

>> Leggi tutto

>> Cartella stampa










CGIL: BLOCCO CONTRATTI E' DRAMMA

"SCELTA SBAGLIATA CHE DEPRIME OCCUPAZIONE E SVILUPPO"


04.09.14 "Il blocco dei contratti del pubblico impiego e'' un vero e proprio dramma, una scelta sbagliata che deprime il lavoro e lo sviluppo, un brutto colpo per l''economia del nostro territorio, stretto dalla morsa di una crisi senza precedenti che ha colpito tutti i settori produttivi e i servizi". Cosi'', in una nota, Claudio di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio. "La perdita reddituale finora subita dai dipendenti pubblici a causa del mancato rinnovo del contratto- continua- ammonta nel Lazio a 1 miliardo e 659 milioni di euro. Se venisse bloccata la contrattazione anche per il 2015, come annunciato dal ministro Madia, a questa cifra da capogiro si dovrebbero aggiungere ulteriori 237 milioni e il reddito perso sfiorerebbe i due miliardi.

>> Leggi tutto



ATTACCO DELLA CGIL: IN AMA CONTINUANO GLI SPRECHI

"OLTRE MEZZO MLN BUONUSCITA EX CAPO PERSONALE, BUIO SUPERMINIMI"


02.09.14  Facce nuove, vecchi problemi. A circa otto mesi dall''ingresso del nuovo management, in Ama il cambio di passo vero e proprio ancora non sembra vedersi completamente. Dato atto dell''azione sull''assenteismo, degli interventi per arginare l''emergenza, dell''aumento della raccolta differenziata e della presentazione del piano industriale per il rilancio dell''azienda (a cominciare dalla nascita di ecodistretti), la municipalizzata dei rifiuti e'' ancora alle prese con una gestione piuttosto discutibile di alcune situazioni e la mancata (al momento) risoluzione di altre con un costo molto alto per la collettivita'', proprio nel momento in cui le parole d''ordine sono spending review e lotta senza quartiere agli sprechi. Su quest''ultimo fronte, dal nuovo corso targato Daniele Fortini ancora stenta ad arrivare la sterzata decisiva, come denuncia all''agenzia Dire il segretario generale della Fp Cgil di Roma e Lazio, Natale Di Cola, a cominciare dalle conseguenze economiche per le casse di Ama (quindi di Roma Capitale) generate dall''addio (nell''ambito della rivisitazione delle cariche dirigenziali) del responsabile del personale, Paolo Passi.

>> Leggi tutto

>> Leggi l'articolo su roma.corriere.it




ESPLOSIONE TOMBINO, SINDACATI: CHIEDIAMO INCONTRO URGENTE CON ACEA

26.08.14 “E’ deceduto questa notte, senza aver più ripreso conoscenza, l’operaio edile di origine polacca che il 21 agosto scorso era rimasto gravemente ustionato a seguito di un’esplosione verificatasi nel corso di un intervento in una galleria di servizio della rete idrica di Roma”. Così, in una nota, le segreterie regionali di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil che in questi giorni hanno continuato a mantenersi costantemente informate sulle condizioni di Marcello, così lo chiamavano i suoi compagni di lavoro italianizzandone il nome, ricoverato all’ospedale Sant’Eugenio di Roma.

>> Leggi tutto


ESPLOSIONE TOMBINO. DI BERARDINO: CONVOCARE COMITATO REGIONALE SICUREZZA LAVORO

21.08.14  "Apprendo con dolore dell'ennesimo incidente sul lavoro avvenuto questa mattina nel quartiere Monteverde. Desidero esprimere la mia vicinanza e solidarietà agli operai feriti e in particolare alla famiglia dell'operaio polacco che versa in condizioni critiche al Sant'Eugenio". Così, in una nota, Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio.

>> Leggi tutto

(Foto Ag. Toiati)


SALARIO ACCESSORIO, CGIL: BENE APERTURA SINDACO, ORA SI CAMBI

"ATTO UNILATERALE STATO ERRORE, MARINO SI IMPEGNI PER CONFRONTO"


07.08.14 "L''atto unilaterale con cui la Giunta capitolina ha approvato le nuove norme in materia di salario accessorio e'' stato sicuramente un errore. Apprezziamo l''apertura politica del sindaco, ma ora le cose devono cambiare davvero. Ci aspettiamo un segnale chiaro in questo senso". Cosi'' in una nota il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio, Claudio Di Berardino. "Il quadro sociale e'' gia'' abbastanza complicato, i cittadini gia'' dovranno subire le conseguenze dei tagli e delle tasse contenuti nel bilancio comunale. Il sindaco dovra'' dunque impegnarsi a continuare il confronto con i sindacati all''insegna di un percorso condiviso. Una mancata intesa sul salario accessorio per dipendenti del settore tecnico-amministrativo, le maestre, i vigili urbani- conclude Di Berardino- comporterebbe un ulteriore aggravamento della situazione, a partire dai servizi al pubblico. E questo ci auguriamo non lo voglia nessuno".
>> Leggi comunicati FP Cgil Roma e Lazio









FILT CGIL A CAI: SOSPESE ASSEMBLEE PER FAVORIRE REGOLARITÀ SERVIZIO

05.08.14  "In considerazione della situazione di forte criticità venutasi a creare a Fiumicino aeroporto, e non dipendenti da nostra iniziativa sindacale, siamo a comunicare la sospensione delle assemblee precedentemente convocate per i giorni 6 e 7 agosto p.v. Quanto sopra per favorire la più rapida ripresa della regolarità del servizio". Così Alessandro Capitani, FILT Cgil di Roma e del Lazio, in una lettera inviata alla direzione Alitalia-Cai, in particolare al direttore delle risorse umane Antonio Cuccuini e per conoscenza alla commissione di garanzia.

SCIOPERO BIANCO A FIUMICINO, STOP CENTINAIA BAGAGLI

Mansioni applicate alla lettera. Oggi riunione azienda-sindacati

05.08.14 Mentre è in programma all'aeroporto di Fiumicino un incontro tra i vertici di Alitalia e i sindacati di categoria sulla procedura di mobilità per i 2171 esuberi, sono ancora numerose centinaia i bagagli in transito della compagnia bloccati. I colli, stipati sugli carrellini portabagagli, si trovano nella apposita struttura dalla quale normalmente poi vengono caricati a bordo degli aeromobili. E' la conseguenza dell'assemblea spontanea dei lavoratori Alitalia che si è svolta ieri e della applicazione letterale, a partire a quanto si appreso dalla scorsa domenica, delle procedure da parte degli addetti al carico e scarico bagagli della compagnia, una sorta di 'sciopero bianco'.

>> Leggi tutto


foto Omniroma

BILANCIO ROMA CAPITALE. CGIL-CISL-UIL: "ROMANI NON AVRANNO SCAMPO A NUOVE TASSE"


01.08.14  “Dalla culla alla tomba i romani non avranno scampo alle nuove tasse e ai nuovi aumenti imposti dal bilancio targato Marino. E saranno soprattutto le fasce più deboli e i ceti medi, ormai sull'orlo della povertà, a fare le spese della manovra approvata stanotte dall’Assemblea capitolina". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Dai trasporti scolastici alle rette dei nidi, ai biglietti dei musei, alla sosta delle auto nelle strisce blu, ai servizi cimiteriali: è pesantissima - aggiungono - la scure che si sta abbattendo sui romani. E pesantissimi saranno i sacrifici che dovranno sopportare, al solito, i lavoratori, le famiglie, i giovani, i pensionati, gli anziani mentre i servizi caleranno di quantità e qualità inesorabilmente per tutti. Tranne per chi potrà permettersi il lusso di pagare o di rivolgersi al privato.

>> Leggi tutto


PROTESTA SINDACATI: ROMANI A PANE E ACQUA. CGIL, CISL E UIL IN CAMPIDOGLIO CON CIRIOLE E BOTTIGLIETTE

30.07.14 Tre ciriole e qualche bottiglietta d''acqua sotto al Marc''Aurelio: in poche parole, romani ridotti a pane e acqua. È questo, almeno secondo Cgil, Cisl e Uil, quello che restera'' ai cittadini della Capitale dopo l''approvazione del primo bilancio totalmente a firma dell''amministrazione guidata da Ignazio Marino. E i segretari generali dei tre sindacati maggiori, rispettivamente Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri, hanno portato in Campidoglio proprio sotto palazzo Senatorio, sede della Giunta e dell''Assemblea capitolina impegnata nello sprint finale per licenziare la manovra, una grossa busta del tipico pane romano e una scorta di bottiglie d''acqua (distribuite al termine della protesta alle associazioni del terzo settore), con l''intenzione di consegnarle a consiglieri e assessori comunali.

>> Leggi tutto


CGIL E FIALS CISAL: PRONTI A NUOVI SCIOPERI. SINDACATI: SOTTOSCRITTO SOLO PROTOCOLLO DI INTENTI

29.07.14  "Noi non abbiamo minimamente condiviso quello che è stato sottoscritto, anzi lo ostacoliamo. Ci sarà un referendum e noi diremo che siamo nettamente contrari alle linee guida del sovrintendente Fuortes depositate al Mibact. Il livello di guardia non si abbassa e rimane alto. Per il momento abbiamo sospeso lo sciopero, ma manteniamo lo stato di agitazione e quindi siamo pronti a riattivare le proteste da agosto". Così il segretario Slc Cgil Roma-Lazio Alberto Manzini durante una conferenza stampa sul Teatro dell'Opera organizzata in piazza del Campidoglio all'indomani dell'incontro con l'assessore capitolino alla Cultura Giovanna Marinelli. "Abbiamo sospeso gli scioperi perché riteniamo importante la presa d'atto dell'assessore alla Cultura che comunque ci ha ricevuto soltanto dopo tre scioperi - aggiunge -. Dopodiché abbiamo sottoscritto solamente un protocollo di intenti al cui interno viene definito un percorso ma non vengono dati giudizi di merito. Il percorso prevede l'attivazione di un monitoraggio sul Teatro all'interno dell'assessorato, e quindi viene meno quella condizione di non ingerenza della politica che voleva Fuortes, e in più viene sfatato il folkloristico teorema del sindaco Marino secondo cui per tre scioperi il Teatro dell'Opera potesse rischiare la liquidazione".

>> Leggi tutto



SINDACATI: MERCOLEDÌ PRESIDIO CAMPIDOGLIO

"INIZIA MOBILITAZIONE PER BILANCIO CHE TENGA CONTO LAVORATORI"


25.07.14 "Mercoledi inizia la mobilitazione. Alle 10 ci daremo appuntamento sotto al Campidoglio per rivolgere al sindaco Marino, alla Giunta, al Consiglio comunale e a tutti i capigruppo un ultimo appello per un bilancio che tenga conto delle ragioni e delle esigenze dei lavoratori, dei pensionati, dei giovani e dei cittadini". Cosi'', in una nota, i segretari generali regionali di Cgil, Cisl e Uil, Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "In un momento di devastante crisi economica- continuano- il ruolo dell''amministrazione pubblica diventa fondamentale. Ci aspettiamo senso di responsabilita'' e una particolare attenzione ai problemi che le famiglie e le fasce piu'' deboli sono costrette a fronteggiare quotidianamente. Ci aspettiamo scelte coerenti e consequenziali: l''abbassamento della pressione fiscale, maggiori tutele e protezioni sociali, un''opportuna politica degli investimenti, l''avvio di lavori pubblici senza perdere di vista le periferie, servizi adeguati da un punto di vista qualitativo e quantitativo".


BILANCIO, SINDACATI: NON VA, AL VIA MOBILITAZIONE

"FATTO DI TAGLI E ALTRI TASSE"

24.07.14 "Non ci siamo. Davvero non ci siamo. Nonostante le sollecitazioni, le numerose richieste di confronto avanzate negli ultimi mesi, il continuo insistere sulla necessita'' che nella manovra di bilancio venissero considerati con priorita'' temi come il fisco, il welfare, gli investimenti, l''erogazione dei servizi pubblici, il bilancio previsionale 2014 di Roma Capitale, ormai in fase di approvazione, sara'' un bilancio recessivo e molto lontano dal soddisfare le nostre aspettative, dal raccogliere, fatta eccezione soltanto per il patto antievasione, le nostre proposte". Cosi'', in una nota, i segretari generali regionali di Cgil e Cisl Claudio Di Berardino e Mario Bertone e il segretario regionale della Uil Felice Alfonsi al termine dell''incontro da poco conclusosi con l''assessore Silvia Scozzese.

>> Leggi tutto


CIG. CAMUSSO, PER DEROGA MANCANO 200MLN 2013 E 1 MLD 2014

24.07.14  Le risorse necessarie per la cig in deroga sono "altri 200 milioni di euro, destinati a Sardegna e Calabria, oltre ai 400 già stanziati per il 2013 e un miliardo per il 2014". Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, a margine della manifestazione per il rifinanziamento della cig in deroga.
Cig: Camusso, per deroga mancano 200 mln 2013 e 1 mld 2014. L'intervento più semplice per trovare le risorse per la cig in deroga "è intervenire sulle consulenze pubbliche: dirottiamole direttamente a cig in deroga, sarebbero più di quelle che necessarie", ha spiegato Camusso. "Poletti ci dice non possiamo liberare risorse perché aumenta il debito pubblico ma aumenta anche se non c'è lavoro, facciamolo aumentare dando lavoro alle persone" ha continuato Camusso. Camusso ha chiesto quindi che il Governo trovi le risorse per il 2014 ma anche che si creino regole chiare sugli ammortizzatori perché con l'incertezza "facciamo scegliere a migliaia di aziende di licenziare invece di scegliere ammortizzatori in deroga, l'incertezza non è mai positiva". Per il leader della Cgil poi sul fronte del lavoro "il Governo deve agire ora, mille giorni sono troppi per chi non riceve l'assegno della cassa integrazione, invece di discutere solo di grandi riforme e fare ogni giorno un annuncio, faccia ogni giorno un provvedimento concreto, a cominciare dalle opere pubbliche. Dal Cdm di venerdì ci aspettiamo le risorse per la cig ma anche interventi per superare la Fornero e sbloccare investimenti per aprire una stagione nuova".
Fonte Ansa
Foto Omniroma

>> Vai al sito CGIL

SLC CGIL-FIALS CISAL: "CONFERMATO SCIOPERO BOHEME 26 LUGLIO"

22.07.14 "Oggi si è tenuto un tavolo di confronto con l'azienda. Ancora una volta siamo costretti a rilevare l'assenza del sovrintendente Fuortes che persiste nel non voler incontrare i sindacati che hanno indetto lo sciopero. Rileviamo anche l'incompletezza dei dati relativi al piano industriale su base triennale, giocando sull'equivoco fra linee guida e reale piano industriale nonché il mancato rispetto delle corrette relazioni sindacali. Non siamo inoltre stati informati sui cambiamenti circa l'ordinamento funzionale. Confermiamo pertanto lo sciopero per la Bohème del 26 luglio". Così, in una nota, la Slc Cgil e la Fials Cisal.

>> Leggi tutto



FONDI EU: CGIL, PROGETTI LAZIO OCCASIONE PER FAR RIPARTIRE LO SVILUPPO


18.07.14 "La presentazione dei 45 progetti che saranno realizzati a seguito dell'approvazione delle proposte dei Programmi Operativi Regionali per il nuovo ciclo 2014-2020 di Programmazione dei Fondi Europei illustrati oggi, può rappresentare davvero l'occasione per fa ripartire lo sviluppo di questa regione". Lo afferma in una nota Claudio Di Berardino, segretario generale della CGIL di Roma e del Lazio. "Fermo restando gli approfondimenti e i confronti di merito da realizzare sui diversi progetti e le conseguenti ricadute territoriali, - dichiara Di Berardino - è da sottolineare la stretta relazione tra i progetti illustrati oggi e gli obiettivi del Patto per lo Sviluppo e per il Lavoro, siglato dalla Regione Lazio con le parti sociali il 30 aprile scorso. Pertanto, la presentazione dei 45 progetti, dimostra quanto sia importante che ciascuna parte continui a lavorare affinché si concretizzino le scelte di merito contenute in quel Patto, adottando il metodo della concertazione e rimettendo al centro il lavoro come unica condizione per uscire dalla crisi".


BILANCIO ROMA CAPITALE. CGIL CISL UIL " TASSE E TAGLI, VA CAMBIATO, CHIESTO INCONTRO A MARINO"

17.07.14 "Bisogna cambiare il bilancio previsionale di Roma Capitale fatto di tagli e tasse, mentre la città continua a precipitare nella recessione". Così, in una nota i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Nella giornata di ieri - continuano - abbiamo inoltrato una richiesta d'incontro al sindaco Marino e all'assessore al bilancio Scozzese, per chiedere la modifica di alcune scelte che non condividiamo: a partire dal fisco, dal sociale, dagli investimenti e dall'erogazione dei servizi pubblici".


SLC - CGIL, CONFERMATO SCIOPERO, SALTA BOHEME

14.07.14 E' confermato lo sciopero dei lavoratori del Teatro dell'Opera di Roma, "con conseguente impossibilità - sottolineano i sindacati - di mettere in scena la Boheme" che dovrebbe debuttare questa sera a Caracalla diretta da Daniele Rustioni. I dipendenti del Teatro in questo momento in protesta davanti dalla sede del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo in Via del Collegio Romano. "Chiediamo un piano industriale serio", spiega all'ANSA la segretaria della Slc-Cgil, Nadia Stefanelli.  "Chiediamo risorse certe e numeri certi per i prossimi tre anni - prosegue la Stefanelli -, non solo per il 2014, come previsto dalla legge 112" nella quale il Teatro dell'Opera è stato fatto rientrare, anche per garantire la qualità che meritano i nostri spettacoli.

>> Leggi tutto


FP CGIL, ASSENTEISTI IN AMA? SINDACO SI OCCUPI DI SMALTIMENTO "Presenti piano industriale e non faccia caccia alle streghe"


09.07.14  La Cgil attacca il sindaco Ignazio Marino che sul tema rifiuti ha puntato il dito contro "il 18% di assenteisti" giudicando il dato "inaccettabile". "stiamo ancora aspettando che l'azienda porti al tavolo sindacale i dati sulle assenze per studiare insieme le cause e i necessari correttivi -dice Natale Di Cola Segretario Generale Cgil FP Roma Lazio - il sindaco si occupi invece di trovare soluzione veloci e credibili al problema relativo allo smaltimento finale dei rifiuti che è la principale causa della situazione attuale, e presenti un piano industriale credibile per rilanciare l'azienda".

>> Leggi tutto

>> Leggi l'intervista a Claudio Di Berardino sull'argomento, pubblicata sul Corriere della Sera


DI BERARDINO: "PIANO RIENTRO NECESSITA PROFONDE CORREZIONI"

04.07.14  "L'ultima versione del piano di rientro è stata consegnata al Governo senza essere rivista con le organizzazioni sindacali. Ciò non fa che confermare, se ce ne fosse bisogno, la volontà della giunta capitolina di procedere da sola". Così, in una nota, Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio. "Se il piano in questione è quello che leggiamo sulla stampa - continua - esso necessita di profonde correzioni, altrimenti la sua attuazione, anziché sollevare le sorti di Roma e dei romani, contribuirebbe a peggiorare la crisi incidendo sui redditi dei lavoratori e dei pensionati, bloccando gli investimenti, colpendo il welfare e i servizi e aumentando le tasse. Bisogna pertanto coordinare tale strumento con il bilancio 2014, garantendo politiche di sviluppo ed equità e la sottoscrizione del protocollo proposto unitariamente dal sindacato sul risanamento, lo sviluppo e il lavoro".



CGIL CISL UIL: LETTERA APERTA AL SINDACO DI ROMA, AI CAPIGRUPPO, AI COMPONENETI LA CABINA DI REGIA

Bilancio 2014 e Piano di rientro (Salva Roma)Pur confidando nella Sua conoscenza della situazione economica, produttiva e sociale della nostra città, crediamo sia opportuno sottolineare quelle che per noi sono le maggiori problematiche, legate al peggioramento della crisi:
-  la contrazione dei consumi delle famiglie e delle persone con le conseguenti ricadute negative anche sui servizi privati
-  l’ulteriore abbassamento del PIL
-  la continua sofferenza del comparto industriale-artigianale e di quello del commercio
-  la riduzione del lavoronel settore dell’edilizia
-  la contrazione dell’occupazione e la crescita del   tasso di disoccupazione, a partire da quello giovanile
-  l’aumento del lavoro precario

>> Leggi tutto



SINDACATI: CORDOGLIO E VICINANZA A FAMIGLIA OPERAIO

26.06.14 "Un altro operaio morto sul cantiere. Non è passata neanche una settimana dall'ultima tragedia consumata sull'altare del lavoro, ironia della sorte, a pochi isolati di distanza. Inspiegabile casualità? Inquietanti quanto oscuri sgambetti della sorte? Noi non ci stiamo. La sicurezza nei luoghi di lavoro non può essere abbandonata alle trame del destino. Esistono protocolli, esistono strumenti studiati per prevedere i rischi, per ridurne l'incidenza, per prevenire gli incidenti, per scongiurare tragedie come queste". Così, in una nota congiunta, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri.
"Ecco: la prevenzione, la formazione continua dei lavoratori - aggiungono - la vigilanza nei cantieri affinchè le normative sul tema vengano applicate. Chi se ne fa carico? A che serve istituire osservatori ad hoc se a essi non viene mai dato respiro, se non vengono resi operativi? Le istituzioni, la politica si pongano il problema. Intervengano davvero con intelligenza e cognizione di causa. Siamo stanchi di stilare statistiche troppo simili a bollettini di guerra. Alla famiglia di Sulejman Zeneli, il nostro cordoglio e la nostra vicinanza".

>> Leggi anche il comunicato della FILLEA Cgil Roma e Lazio



CGIL: 65 INTERINALI RISCHIANO IL POSTO DI LAVORO

24.06.14 "Sessantacinque lavoratori interinali dell’ospedale Pertini rischiano di restare senza lavoro a partire dal primo luglio. La Regione, infatti, nonostante le pressanti richieste dei lavoratori, della Cgil e della stessa Asl RmB - che ha inviato alla Regione la mappatura dei lavori svolti dagli interinali ribadendo la loro “imprescindibilità ed essenzialità”-, non ha ancora autorizzato (e non si sa se lo farà) la proroga del contratto per questi lavoratori, che scade il 30 giugno. Il licenziamento dei lavoratori comporterebbe il blocco di alcuni importanti attività amministrative e gestionali del Pertini, quali ad esempio il riconoscimento delle invalidità civili, i rapporti con l’utenza, l'ufficio bilancio, il centralino, l'ufficio riconoscimento agevolazioni per i disabili, con gravi conseguenze sul funzionamento dello stesso ospedale. Per queste ragioni la Cgil di Roma est, la Fp Cgil di Roma est e il Nidil Cgil di Roma est hanno indetto una assemblea-presidio nella sede dell’ospedale Pertini che inizierà il 27 giugno a partire dalle ore 11". Lo comunicano, in una nota, la Cgil di Roma est, la Fp Cgil di Roma est e il Nidil Cgil di Roma est.

SINDACATI: BASTA MORTI SUL LAVORO, INTERVENIRE SUBITO
"PORRE FINE A SEQUENZA, DOLORE NON PIÙ SUFFICIENTE"

20.06.14 "Un altro operaio morto sul posto di lavoro. Non si puo'' piu'' continuare a snocciolare il numero delle vittime. Basta. Bisogna intervenire immediatamente e porre fine a questa sequenza di morte". Lo dicono in una nota congiunta i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio, Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Siamo certamente addolorati per quest''ennesima vittima- continuano- ma e'' tanta la rabbia nel dover ancora una volta porgere le piu'' sentite condoglianze alla famiglia di un cittadino deceduto sul posto di lavoro. Cosa aspettano ancora le nostre istituzioni per attuare normative rigorose sulla sicurezza sui posti di lavoro? Quante altre condoglianze dovremo inviare prima che i lavoratori vengano tutelati? Il lavoro e'' dignita''. E'' riscatto. E'' un diritto sancito dalla Costituzione. Ma dove sono i diritti dei nostri disoccupati? Dei nostri lavoratori in nero? Di chi muore cercando di compiere il proprio dovere, spesso senza certezze, ne'' sicurezza alcune?". In conclusione, per i sindacalisti, "l''indignazione e il dolore non sono piu'' sufficienti. Pretendiamo - come sindacato, come lavoratori e cittadini - norme certe e certe attuazioni di regole e ispezioni che garantiscano realmente la dignita'' di ognuno".

SALVA ROMA. DI BERARDINO: CITTÀ CAMBIA, MA SERVE SVILUPPO

"ALTRIMENTI IL RISCHIO È CHE CI SIANO SOLO TAGLI"


17.06.14 - "La Roma che uscirà da questo piano di rientro sarà una città diversa. Pero'' corriamo il serio rischio di avere una città che esce fuori solo da una serie di provvedimenti di tagli e razionalizzazione. E per questo abbiamo chiesto che prosegua la discussione". Così il segretario della Cgil Roma e Lazio, Claudio Di Berardino, al termine della riunione tra i sindacati ed il sindaco Ignazio Marino sul piano di rientro. "Noi insistiamo perchè si possano determinare le condizioni per metter insieme bilancio e piano di rientro- ha aggiunto Di Berardino- Mentre i tagli si devono coniugare con gli investimenti e lo sviluppo, altrimenti risaniamo i conti della città ma non la sua economia".

>> Leggi tutto


SIT-IN SINDACATI A MINISTERO PER CIG IN DEROGA

"VOGLIAMO RISORSE E REGOLE CERTE"


13.06.14 Slogan, bandiere e fischietti. Un centinaio di lavoratori di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio si sono riuniti questa mattina sotto il ministero del Lavoro in via Veneto a Roma. Motivo del presidio e'' la richiesta al Governo di completare il finanziamento della cassa integrazione in deroga per il 2013 e rifinanziarla per il 2014. I sindacati denunciano quasi 18mila lavoratori in cassa integrazione in deroga ogni anno e circa 7mila in mobilita'' in deroga.

>> Leggi tutto

>> Scarica il volantino con le nostre richieste

SCIOPERO RAI
SLC CGIL: ALTA ADESIONE A SCIOPERO E PRESIDIO DI VIA TEULADA


11.06.14 "In base ai primissimi dati in nostro possesso e in attesa delle percentuali definitive possiamo registrare con grande soddisfazione un'alta adesione allo sciopero fra gli oltre 4mila lavoratori delle sedi romane della Rai. Decine di lavoratori, inoltre, stanno affluendo al presidio di via Teulada, di fronte alla storica sede Rai, che è anche sede di Raiway, insieme ai lavoratori dell'indotto, ai precari e ai lavoratori delle troupe televisive". Così in una nota Dino Oggiano, segretario della Slc Cgil di Roma e del Lazio.
"Lo sciopero - precisa - è stato proclamato da Slc Cgil Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni, Snater e Libersind Confsal per contrastare le sciagurate politiche governative sulla Rai previste nel D.L. Irpef che prevedono il prelevamento forzoso di 150 milioni di euro dal canone e la vendita di una quota consistente di Raiway. Provvedimenti questi che, sotto il manto ideologico delle riforme e della lotta agli sprechi, nascondono in realtà un taglio pesantissimo capace di mettere a rischio il futuro del servizio pubblico nel nostro Paese senza incidere minimamente sui disservizi, sulle inefficienze, sulla miriade di appalti e subappalti che dissanguano e impoveriscono la Rai". "Nonostante la straordinaria campagna mediatica volta a delegittimare questa azione sindacale - conclude - l'alta adesione allo sciopero dimostra come i lavoratori della Rai abbiano a cuore le sorti dell'azienda e non si lascino intimidire da chi tenta di imbrigliare il loro futuro".

ALITALIA. DI BERARDINO, CGIL: PRONTI A MOBILITAZIONE SE CONFERMATI ESUBERI


09.06.14  "Se fossero confermati i 2000 esuberi annunciati oggi, il sindacato è pronto a fare la sua parte mettendo in campo tutti gli strumenti necessari, fino ad arrivare anche alla mobilitazione. Non vogliamo ricatti da questo punto di vista e siamo pronti ragionare con le istituzioni locali e il governo perchè il tema centrale per il rilancio della compagnia deve essere come utilizzare al meglio le professionalità senza depotenziare il servizio. Non possono continuare a pagare i lavoratori, in un momento storico in cui sono aumentate cassa integrazione e licenziamenti" Così, Claudio Di Berardino, segretario di Cgil Roma e Lazio, in merito al piano esuberi annunciato oggi dall'amministratore delegato di Alitalia, Gabriele Del Torchio. "Non si può continuare a chiedere sacrifici al personale", ha concluso.


SCIOPERO GENERALE DIPENDENTI ROMA CAPITALE

CGIL: 10.000 MANIFESTANTI, ADESIONE 80%


06.06.14 "Qui in piazza siamo almeno 10.000, considerando che molti non sono ancora arrivati. L'adesione allo sciopero è all'80%, centinaia di scuole sono chiuse, tantissimi gruppi della Polizia locale non sono operativi così come moltissimi dipartimenti e municipi". Così il segretario generale della Fp Cgil di Roma e del Lazio Natale Di Cola, riguardo allo sciopero dei dipendenti di Roma Capitale, ora a piazza del Campidoglio.
(Foto Omniroma)

>> Leggi tutto



SINDACATI: ORA SINDACO CI ASCOLTI O SARÀ ROTTURA DEFINITIVA

05.06.14 Sindacati e Giunta comunale "vicini alla rottura definitiva". Dopo le polemiche sul salario accessorio, sul rinnovo dei contratti e sul Piano assunzionale capitolino; dopo le dichiarazioni rilasciate da sindaco e vicesindaco; dopo la proclamazione dello sciopero dei dipendenti capitolini per domani, oggi i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri hanno convocato una conferenza stampa al centro congressi Cavour per annunciare: "Se con l'approvazione del Bilancio comunale il sindaco non ci dara' risposte sara' rottura definitiva".
>> Leggi tutto


SINDACATI: VENERDÌ SI FERMERÀ OGNI SERVIZIO

04.06.14 Non tornano indietro Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Csa: venerdi 6 giugno sarà sciopero per i 24mila dipendenti di Roma Capitale. Lo hanno ribadito i vertici dei quattro sindacati nella conferenza stampa odierna nella sede della Cisl Fp, proseguendo il muro contro muro con l'amministrazione capitolina sulla questione del salario accessorio dei lavoratori comunali. A repentaglio scuole, servizi, Polizia locale della Capitale, in un'agitazione che ha l'obiettivo di incalzare il Campidoglio per il rilancio della macchina amministrativa. Duro il segretario generale della Fp Cgil di Roma e del Lazio Natale Di Cola: "Il sindaco che chiede pazienza perché la realtà romana è davvero complicata, invece, ritiri la delibera di Giunta che mette una tagliola sulla riorganizzazione della macchina capitolina, frutto di decenni di accordi e leggi". Per Di Cola, "i progetti presentati per la riorganizzazione di scuola e polizia locale non sono innovativi, non rispondono alle esigenze dei cittadini e umiliano i lavoratori e impoveriranno il loro salario". Per questo, afferma il segretario della Cisl Fp Enti locali di Roma e del Lazio Giancarlo Cosentino, "il 6 giugno ogni servizio della città gestito da Roma Capitale sarà messo nelle condizioni di non essere erogato".

>> Leggi tutto


CGIL-CISL-UIL: AD AURELIA ENNESIMA TRAGEDIA SUL LAVORO

DA INIZIO ANNO 21 MORTI NEL LAZIO: NO PROCLAMI, SERVONO FATTI

(foto F3Press)
27.05.14  “Notizie che arrivano con il contagocce, nuovi dettagli che vanno a delineare i contorni di una terribile tragedia, l'ennesima, sul lavoro. Quanto è accaduto oggi nel cantiere edile nei pressi di via della stazione Aurelia lascia senza parole, senza fiato. Soprattutto se pensiamo che dai proclami sulla necessità di agire di più e meglio anche a livello istituzionale per garantire la salvaguardia della sicurezza sul lavoro non si passa poi ai fatti. Basta tragedie, basta versare sangue in cantieri e fabbriche. Con venti vittime sul lavoro dall’inizio dell’anno - che salgono a ventuno con il lavoratore di oggi - di cui sei a Roma, due a Frosinone, uno a Latina, quattro a Rieti e sette a Viterbo, nel Lazio la sicurezza del posto di lavoro deve diventare un autentico imperativo per le nostre amministrazioni comunali e regionali che devono attivarsi per garantire i controlli sul territorio. Questo lo vogliamo noi come sindacato e lo pretendono giustamente le famiglie di chi ogni giorno va a lavorare e ha tutto il diritto di poter tornare a casa ad abbracciare i propri cari”. Così in una nota i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri.



SINDACATI: SCIOPERO GENERALE DIPENDENTI CAPITOLINI IL 6 GIUGNO

21.05.14 “Il 6 Giugno sarà Sciopero Generale per l’intero turno di tutti e 24.000 lavoratori di Roma Capitale”. Ad annunciarlo, in una nota, Natale Di Cola, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini, Segretari Generali delle Federazioni di Roma e Lazio di Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil Fpl. “Prosegue - prosegue la nota - la vertenza aperta nei confronti di Roma Capitale di fronte all’inaccettabile condotta dall’Amministrazione, che non vuole o non sa cogliere fino in fondo le indicazioni ministeriali sui contratti decentrati e nel contempo produce atti restrittivi e penalizzanti verso i dipendenti, lasciando inalterati gli interessi e gli sprechi della politica segnalati dal MEF. Con una sequenza ininterrotta di iniziative, tra cui la straordinaria assemblea generale del 6 maggio scorso in Campidoglio, FP CGIL, CISL FP e UIL FPL stanno mantenendo alto e costante il livello della vertenza verso Roma Capitale, confermata dalle assemblee che si stanno tenendo nuovamente su tutti i posti di lavoro in queste ore e che si protrarranno fino alla fine del mese.

>> Leggi tutto


COLOSSEO: ACCORDO SU APERTURA, VISITE A NUMERO CHIUSO

15.05.14  "Cgil, Cisl e Uil hanno trovato l'accordo, grazie allo sforzo dei lavoratori, con la soprintendente Barbera per l'apertura del Colosseo nella Notte dei Musei" Lo annuncia il segretario della Fp Cgil Roma e Lazio Natale Di Cola. "Il Colosseo aprirà con un numero visitatori limitato".
>> Leggi tutto
foto Ansa


SINDACATI: UN MESE DI ASSEMBLEE E MOBILITAZIONI DEI LAVORATORI

13.05.14 "A partire da oggi e fino alla metà del mese di giugno i dipendenti comunali e i lavoratori delle aziende del Gruppo Roma svolgeranno una serie di assemblee per discutere sui problemi che li riguardano da vicino e formulare proposte per cambiare un trend non più sopportabile". Così una nota di Cgil, Csil e Uil di Roma e del Lazio "a margine della riunione che si è svolta oggi in presenza delle relative categorie dei trasporti, della funzione pubblica, delle telecomunicazioni, del commercio e dei servizi".
>> Leggi tutto

LA7, SINDACATI: GRANDE ADESIONE ALLO SCIOPERO

09.05.14  "I lavoratori e le lavoratrici di La7 hanno manifestato in modo compatto la loro contrarietà alla condotta tenuta dalla direzione aziendale al tavolo delle trattative con Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, aderendo in massa alla giornata di sciopero indetta dalle organizzazioni sindacali e dalla Rsu per oggi, con un'adesione, in base ai primi dati, che si attesterebbe intorno al 90%. L’emittente, prevedendo l’alta adesione dei lavoratori e delle lavoratrici di La7, ha inoltre predisposto la preventiva registrazione di alcuni programmi e lo spostamento delle attività telegiornalistiche su sedi esterne e tramite l’utilizzo di service”. Così, in una nota congiunta, Dino Oggiano Slc Cgil, Fabio Massimo Mignozzi Fistel Cisl e Stefano Ricci Uilcom Uil di Roma e Lazio unitamente alla Rsu di La7.
"Il successo dello sciopero - continua la nota - è un chiaro segnale di quanto i lavoratori e le lavoratrici di La7 siano disposti a fare per difendere la contrattazione aziendale e per definire un premio di produzione che premi il lavoro. Dopo questa risposta - vitiamo nuovamente La7 a riprendere la trattativa, estendendo da subito diritti e tutele a precari e neo assunti. In caso contrario siamo pronti a nuove azioni di lotta, come votato dall'assemblea dei lavoratori".


SINDACATI: SCIOPERO DEI DIPENDENTI IL 19 MAGGIO

"CONTRO TAGLIO SALARIO E PER DIFENDERE SERVIZI A CITTADINI"


09.05.14 - "I lavoratori di Roma Capitale sciopereranno il 19 maggio per protestare contro il taglio del salario e per difendere i servizi ai cittadini". Lo hanno annunciato, in una nota, Natale Di Cola, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini, segretari generali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl di Roma e Lazio. "Sulla vicenda del salario accessorio dei dipendenti capitolini- hanno aggiunto- dal sindaco di Roma non abbiamo ricevuto risposte concrete. Il tempo dei tentennamenti e'' finito. Se l''amministrazione e il Governo credono di poter rimanere barricati nella loro incapacita'' di decidere, allora saremo noi a tirarla fuori dai palazzi. E a far capire quali sono le responsabilita'' che il sindaco Ignazio Marino per primo ha nei confronti delle 24mila famiglie dei lavoratori e dei milioni di cittadini che ogni giorno vivono, studiano, lavorano o visitano la Capitale". 




ACEA. CGIL-FICLTEM: NECESSITÀ CAPACITÀ SPECIFICHE E PIANO INDUSTRIALE CORAGGIOSO

08.05.14  "La Cgil e la Filctem Cgil di Roma e del Lazio, nell'apprendere dagli organi di stampa le proposte della giunta al consiglio di amministrazione di Acea, ribadiscono la necessità di competenze professionalità e capacità specifiche per guidare la più grande multiutility del centro Italia". Così, in una nota, Eugenio Stanziale, segretario della Cgil di Roma e del Lazio e Ilvo Sorrentino, segretario generale della Filctem Cgil di Roma e del Lazio.
"Più volte nel corso degli anni - continuano - abbiamo ribadito la necessità di un piano industriale coraggioso in sintonia con una richiesta di modello di sviluppo alternativo in grado di affrontare le sfide e le competizioni che il futuro richiede. Acea deve ritornare a essere volano di crescita e di sviluppo per il nostro territorio. L'azienda, invece, sembra molto più interessata agli organigrammi che al necessario e non più improcrastinabile piano industriale. Negli ultimi anni si sono perse troppe opportunità e molte occasioni per rilanciare Acea".

SALARIO ACCESSORIO, CGIL-CISL-UIL: SINDACO SI ATTIVI O BLOCCHEREMO CITTÀ

06.05.14  "Piazza del Campidoglio gremita come non si vedeva da anni. Segno che la situazione sta per esplodere. E noi sindacati guideremo la protesta. L'abbiamo ripetuto costantemente nei mesi scorsi al
Sindaco che la situazione era drammatica. E necessitava di azioni immediate.
Ma il rinvio degli incontri con le parti sociali e l'aumento delle tasse sono state le uniche risposte giunte dal Campidoglio. Ci vuole coraggio a parlare oggi di perdita di tempo da parte dei sindacati!  L'elevata partecipazione odierna è l'ulteriore conferma che il disagio dei lavoratori e dei cittadini è sempre più dilagante e rischia di degenerare.
Non è possibile tagliare gli stipendi dei dipendenti comunali. Non è su questi che bisogna agire per risanare le casse del Campidoglio. Il salario accessorio garantisce servizi necessari per i cittadini: prolungamento pomeridiano degli orari di sportello di alcuni uffici comunali e/o municipali, degli asili nido e pertanto non discutibili. (foto Omniroma)
>> Leggi tutto



BILANCIO ROMA CAPITALE
CGIL: NESSUNA RISPOSTA A PROBLEMI ROMA

"CI RIPENSINO O SI ASSUMERANNO LE LORO RESPONSABILITÀ"

30.04.14 "Questo e'' un bilancio che non risponde ne'' ai vecchi ne'' agli attuali problemi della citta''. Il sindaco non ha risposto su questi temi ma continua la riflessione. Quindi faccio un ultimo appello per approvare il bilancio con i temi centrali per i sindacati perche'' questo significa concertazione. Altrimenti il Comune sceglie un percorso di rottura di cui si assume le sue responsabilita''". Cosi'' il segretario della Cigl Roma e Lazio, Claudio Di Berardino, al termine dell''incontro sul bilancio 2014 tra il sindaco di Roma, Ignazio Marino, e i rappresentanti sindacali. "Sono maturi i tempi per ripensare a una visione della citta'' al cui interno incardinare i servizi e il lavoro, la politica fiscale, gli investimenti e le infrastrutture sociali- ha aggiunto Di Berardino- Non si puo'' pensare che oggi possano diminuire i livelli delle condizioni sociali. Chiediamo al sindaco di affrontare il bilancio insieme al piano di rientro altrimenti si avranno due tagli: uno dal bilancio e uno dal piano di rientro, ma ad oggi non ci sono risposte". Fonte Dire

DI BERARDINO: BENE PATTO, MANCAVA DA 20 ANNI

"CONTIENE AZIONI CHE SOSTENIAMO CONVINTI"


30.04.14  "Sono almeno vent''anni che non si fa un accordo del genere. Quello di oggi e'' un patto di merito perche'' c''e'' un elenco di azioni e questioni come il tema della qualita'' del lavoro e non solo la sua quantita''. C''e'' una partita importante sul fisco, che deve essere equo e progressivo. Si parla di nuovi rapporti interistituzionali, vengono a cadere una dopo l''altra una serie di riserve e scettiscimi che farebbero perdere tempo all''azione amministrativa". Lo ha detto il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio, Claudio Di Berardino, intervenendo alla presentazione del Patto per lo sviluppo e il lavoro siglato oggi dalla Regione Lazio e 23 associazioni di categoria. "E'' un accordo organico e complessivo che dimostra come la concertazione e il confronto siano facilitatori dei rapporti- ha aggiunto Di Berardino- Siamo di fronte ad un modello importante per il Lazio e il nostro Paese". Quindi, ha concluso il sindacalista, "firmiamo questo accordo con convinzione e siamo determinati. Questo ci carica di responsabilita'': il sindacato vigilera'' e insisteremo affinche'' tutte le parti del patto possano essere realizzate. Se l''impegno e'' cambiare la Regione, il sindacato sara'' classe dirigente insieme all''amministrazione e al mondo delle imprese. Ci vogliamo mettere la faccia senza rinunciare alla nostra identita''". 




25 APRILE, CGIL-CISL-UIL: CON ANPI PER CELEBRAZIONE VALORI RESISTENZA

24.04.14  “Celebrare la Liberazione e dunque la sconfitta del nazifascismo è un dovere morale e civile, un monito per ricordare sempre e comunque che la libertà di ogni uomo non ha prezzo e non può assolutamente essere barattata". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil Cisl e Uil Lazio, Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Libertà dall’oppressore storicamente inteso - proseguono - ma libertà anche di poter esprimere il proprio pensiero, le proprie idee, le proprie attitudini senza dimenticare la difesa del lavoro che è fondamento della nostra Costituzione. I valori della resistenza rappresentano un modello di vita cui tutti dobbiamo ispirarci: sono il simbolo della mancanza di compromessi opportunistici, della solidarietà, della lotta per la difesa dei diritti umani – ancora oggi spesso calpestati – per la supremazia di un bene comune che non ha e non deve avere alcun prezzo o colore. Sono il vero simbolo della democrazia". "I sindacati confederali - aggiungono - parteciperanno al corteo che partirà alle 9.30 da piazza del Colosseo per concludersi, verso le 13, a Porta San Paolo (lato Piramide), sfilando lungo via Celio Vibenna, via di San Gregorio, viale Aventino e viale della Piramide Cestia".


CGIL: NO VIOLENZE ALLE MANIFESTAZIONI, ANTIDEMOCRATICO DIVIETO CENTRO

     
18.04.14  'Ora e' sbagliato e antidemocratico, come sostiene il ministro Alfano, pensare di riproporre il divieto delle manifestazioni al centro di Roma. Il protocollo di autoregolamentazione per lo svolgimento delle manifestazioni sottoscritto in prefettura nel 2009, e' stato costruito nel rispetto sia della liberta' di manifestare, sia di quella di vita e di movimento nella citta'. Anche per queste ragioni, la validita' del protocollo e' ancora attuale'. Lo afferma, in una nota, il segretario generale della Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino. Il comunicato esordisce, come premessa, riportando una dichiarazione dello stesso Di Berardino dopo la manifestazione di sabato scorso a Roma: 'Basta violenza a Roma all'interno delle manifestazioni. Un conto sono i problemi delle persone e delle famiglie ancora non risolti come quello dell'emergenza abitativa, un conto e' l'uso strumentale delle difficolta' per scatenare la violenza da condannare senza appello sia quando si scaglia sulle cose, sia quando si scaglia contro le forze dell'ordine impegnate nello svolgere il proprio ruolo'.

BILANCIO, SINDACATI: VIA A MOBILITAZIONE, SERVONO RISPOSTE. PER ORA MANCANO. CONFRONTO MARINO RINVIATO PER LA TERZA VOLTA

(Foto Dire)
16.04.14  "Oggi parte la mobilitazione di Cgil Cisl Uil, con confronti e assemblee di lavoratori, per chiedere al sindaco Ignazio Marino e alla politica di decidere sul bilancio e su quale sarà il modello di sviluppo della città, di chiarire le scelte sulle municipalizzate. Per ora non abbiamo risposte". Lo annuncia il segretario generale della Uil di Roma e Lazio Pierpaolo Bombardieri in occasione dell'assemblea dei lavoratori al Teatro Eliseo, a cui, riferisce, "hanno partecipato un migliaio di persone". "Per quanto riguarda l'Atac, ad esempio, sono arrivate solo le lettere di mobilità per 300 lavoratori, quale sarà l'Atac di domani non lo sappiamo ancora. Noi proponiamo un'azienda unica regionale - continua Bombardieri -. Comune e Regione che dicono?". "Il confronto con il sindaco Ignazio Marino sul bilancio 2014 in programma per domani è stato rinviato per la terza volta - gli fa eco dalla Cisl il collega Mario Bertone -. Questo significa irresponsabilità e assenza di un'idea di sviluppo per Roma. Per questo oggi parte la mobilitazione unitaria, subito dopo Pasqua ci rivedremo per decidere le eventuali azioni da mettere in campo. Oggi, intanto, c'è stata un'assemblea dei delegati dei lavoratori del Comune e delle aziende comunali che ha riempito il Teatro Eliseo. Per noi le priorità per questo bilancio devono essere: riduzione dell'Irpef, più equa e progressiva; welfare per le fragilità sociali; sviluppo e quindi lavoro". Secondo il segretario generale della Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino "abbiamo bisogno che il Comune di Roma ritrovi una spinta propulsiva che in questo periodo si è persa. La deve ritrovare in fretta perché sono i problemi che vive questa città che lo richiedono".(ANSA).

>> Leggi tutto


SINDACATI: BASTA RINVII, SERVE CHIAREZZA.
NON SI INTRAVEDE ALCUN MODELLO DI SVILUPPO

08.04.14  "Mentre trascorrono i giorni inesorabilmente, il sindaco e la Giunta non chiariscono quali sono le scelte dell''amministrazione. Continuano a rimbalzare sulla stampa le notizie piu'' disparate su vendite di societa'', aumenti di tariffe, licenziamenti di lavoratori. Nessuna notizia certa e'' data alla citta'' e ai suoi abitanti". Cosi'' in una nota i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio, Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Non si intravede alcun modello di sviluppo. Solo beghe da cortile che rischiano di ricadere sulle spalle dei cittadini, dei lavoratori e dei pensionati. Cgil, Cisl e Uil- concludono i segretari- invitano il Comune e le forze politiche ad assumersi le proprie responsabilita'' in un momento cosi'' drammatico per Roma. Basta rinvii, serve chiarezza".

CGIL-CISL-UIL: NO A BILANCIO PREVISIONE A 'PUNTATE'

04.04.14 "Bilancio 2014 e decreto Salva Roma sono temi che necessitano di un ragionamento congiunto perché strettamente legati e che vanno sottratti agli umori della politica connessi alle elezioni europee". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "La priorità - continuano - è salvare Roma ma anche i cittadini, i lavoratori, i pensionati. In questa fase durissima di crisi economica e occupazionale, segnata dal continuo aumento della cassa integrazione e della disoccupazione, vanno salvaguardati i servizi sociali, scongiurati ulteriori aumenti della tassazione, eliminati gli sprechi. Bisogna coniugare la necessità del risanamento allo sviluppo e al lavoro, senza mai perdere di vista i principi di equità e progressività fiscale riducendo l'addizionale comunale Irpef ". "Proprio per questo - aggiungono - non siamo d'accordo con questa idea del bilancio di previsione 'a puntate', ossia definito ora per poi essere riaggiornato di qui a qualche mese. In un momento di assoluta emergenza sociale abbiamo bisogno di certezze circa l'allocazione delle risorse".


CGIL-CISL-UIL: BENE ACCORDO PROROGA CASSA IN DEROGA

"MA PREOCCUPATI PER NON AVERE A DISPOSIZIONE TEMPI PIÙ LUNGHI"

02.04.14 - "Abbiamo sottoscritto oggi in Regione Lazio l''accordo che proroga il finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga di tre mesi e fino al 30 giugno 2014, scongiurando di fatto il rischio che migliaia di lavoratori della regione Lazio possano rimanere senza alcun sussidio". Cosi'', in una nota, Tina Bali'', Paolo Rigucci e Agostino Calcagno, di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio. "Per questo accordo- aggiungono- esprimiamo soddisfazione, ma siamo al contempo molto preoccupati per non avere a disposizione tempi piu'' lunghi. Continuare sempre e solo con proroghe di tre mesi in tre mesi non fa che mettere in difficolta'' sia i lavoratori, sempre sull''orlo della disperazione, sia le aziende che non riescono a fare alcuna programmazione imprenditoriale di piu'' lungo raggio".


CGIL-CISL-UIL: È NECESSARIO AGIRE IN FRETTA CON PATTO SVILUPPO

01.04.14 "I dati sull’occupazione divulgati oggi dall’Eures confermano in pieno quanto Cgil, Cisl e Uil vanno dicendo da tempo. Il mondo del lavoro è in ginocchio, la disoccupazione sia dei lavoratori 'maturi' che dei giovani è in continuo aumento, cresce la cassa integrazione ordinaria e su quella in deroga rimane aperto il problema di come finanziarla: le risorse stanziate per i primi quattro mesi del 2014 sono stati spesi per coprire gli ultimi mesi del 2013 e la copertura per il 2014 rischia di essere insufficiente". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Non si può più aspettare - continuano -. E' necessario far ripartire il lavoro, salvaguardare quello che ancora c'è, ritrovare un impiego per i lavoratori in mobilità, per chi è stato licenziato, ridare ai cassintegrati la possibilità di tornare in azienda, eliminare o almeno ridurre il precariato attraverso un programma concreto di politiche attive e quindi di stabilizzazione". "Con la Regione Lazio e le parti datoriali - aggiungono - stiamo lavorando a un patto per lo sviluppo e l’occupazione: esso dovrà contenere scelte chiare sull’occupazione e su un nuovo modello di sviluppo e fare leva non solo sulle risorse europee ma anche su quelle nazionali chiamando in causa il sistema del credito".



DL SALVA ROMA, CGIL-CISL-UIL: SERVE CONFRONTO

26.03.14 "Sul decreto Salva Roma continuiamo a leggere numeri che si riferiscono a eventuali esuberi di personale. Così come leggiamo di consistenti tagli lineari ai diversi dipartimenti senza che al momento sia stato predisposto alcun piano organico mirato a salvaguardare la quantità e la qualità dei servizi, a tutelare il lavoro e i lavoratori a partire dai precari". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Se per confronto s'intende comunicare ai giornali ciò che si pensa di poter fare o addirittura decisioni già prese senza minimamente porsi il problema delle ricadute di tali scelte sulla città e sulle persone - continuano - davvero non ci siamo. O si cambiano modalità e contenuti o per il sindacato sarà mobilitazione". "Al fine di valutare compiutamente le problematiche del Salva Roma e del bilancio 2014 - aggiungono - abbiamo indetto per il 31 marzo una riunione straordinaria insieme alle categorie maggiormente coinvolte".



CGIL-CISL-UIL: MANCATA PROROGA CIG È PROBLEMA GRAVISSIMO


25.03.14  "A pochi giorni dalla scadenza, il 31 marzo, dell'accordo quadro sugli ammortizzatori sociali in deroga, l'assessore al lavoro della Regione Lazio ci ha comunicato con apprensione che non sussistono le condizioni per una sua ulteriore proroga, a causa della mancanza di risposte certe da parte del Governo circa la copertura finanziaria per l'anno in corso". Così, in una nota Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio. "Le risorse stanziate - continua la nota - non sono sufficienti né per far fronte alle richieste pervenute per il 2014 né per coprire gli ultimi due mesi del 2013. Siamo di fronte a un problema gravissimo, a un vero e proprio allarme sociale.

>> Leggi tutto


SALVA ROMA, DI BERARDINO: NECESSARIA SCELTA SINDACO E GIUNTA

21.03.14  “Sul Salva Roma è necessario che il Sindaco Marino e la Giunta capitolina compiano una scelta.
Continuare a intervenire o a pensare di intervenire sui singoli pezzi sfuggendo a un progetto d'insieme, a una valutazione complessiva, a una missione che deve avere la città fa correre il rischio di avere meno servizi, meno sociale, meno ruolo del pubblico. Al contrario in questa fase storica abbiamo bisogno di un maggiore ruolo del pubblico, di una quantità importante e di una qualità dei servizi migliore. L'auspicio è che ci sia un progetto d'insieme e le ipotesi sulle privatizzazioni o sui tagli facciano parte di un progetto. Altrimenti avremo un ridimensionamento, solo una serie di tagli che non è affatto detto ci consegnino una città migliore. Forse avremmo una città un poco risanata dal punto di vista dei conti ma a pagare sarebbero le fasce più deboli della popolazione, le persone già in difficoltà, gli anziani, le periferie”. Così, lo riferisce una nota, Claudio Di Berardino, confermato segretario CGIL Roma e Lazio, ai microfoni di Radio Popolare Roma.

>> Leggi tutto



CGIL CISL UIL: MARINO CI CONVOCHI AL PIÙ PRESTO

20.03.14  "Sul decreto Salva Roma le organizzazioni sindacali ancora non sono state convocate per un necessario confronto con l'amministrazione capitolina. Vista la delicatezza dell'argomento e l'impatto che il decreto avrà sulla città, è un fatto che ci preoccupa molto. Ciò che ancora manca e che chiediamo è un progetto, una visione d'insieme così da capire quale sarà il futuro della Capitale di Italia. Gli effetti combinati del Salva Roma e del bilancio faranno uscire un'altra città. Sollecitiamo dunque il sindaco a convocarci al più presto". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri.




DI BERARDINO RICONFERMATO ALLA GUIDA DELLA CGIL DI ROMA E DEL LAZIO

19.03.14 Dopo tre giorni di lavori, si è chiuso in via dei Frentani il V Congresso della Cgil di Roma e Lazio che ha riconfermato Claudio Di Berardino segretario generale. Al vertice dell’organizzazione dal settembre del 2008, Di Berardino, 53 anni, è stato rieletto dal nuovo Comitato direttivo (119 membri). Su 108 votanti, 99 sono stati i voti a favore, 4 gli astenuti, 4 i contrari e una scheda bianca. Si conclude così un percorso congressuale, partito all’inizio dell’anno, che ha visto lo svolgimento di 3.605 assemblee nei luoghi di lavoro e nelle leghe dei pensionati e che ha coinvolto 152.194 iscritti. "La modalita' del confronto - dichiara Di Berardino - è la nostra ricchezza. Per quanto riguarda il merito, quello che siamo chiamati a fare nel prossimo futuro è tradurre il documento politico prodotto, questo lungo dibattito, in azioni e trovare un punto di equilibrio nuovo". "Il tema degli ultimi, delle fasce sociali più deboli - aggiunge - è un tema anche nostro e, soprattutto in questo momento di crisi estrema, dobbiamo partire da questo per rafforzare la nostra identità".

CGIL: "ORA PATTO CON REGIONE E IMPRESE PER SVILUPPO E OCCUPAZIONE"

17.03.14 "Siamo lavorando, Regione, Parti Datoriali e OO.SS. per giungere a sottoscrivere il Patto per lo Sviluppo e l’Occupazione che chiaramente dovrà contenere scelte chiare, ricadute occupazionali attraverso una effettiva misurazione, risorse, cronoprogramma, verifica e monitoraggio, introdurre ingredienti utili per ripensare al modello di sviluppo, utilizzare non solo le risorse europee ma quelle nazionali, quelle proprie e chiamare in causa anche il sistema del credito per affrontare le grandi tematiche e far ripartire il lavoro". Lo ha annunciato il segretario della Cgil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, nella sua relazione al V congresso Cgil Roma e Lazio, al Centro congressi Frentani.

>> Leggi tutto


Info e materiali


Agenda


15.09.14 ACEA. SCIOPERO E PRESIDIO lavoratori appalti idrici. Roma, via Ostiense davanti sede Acea dalle ore 9.00 >> Leggi comunicato
16.09.14 LA BUONA SCUOLA? E' ora di parlarne!
Incontro promosso da LavoroSocietà Roma e Lazio. Roma, Sala A. Fredda via Buonarroti, 12 alle 14.30
Locandina
19.09.14 RITORNO AL FUTURO. Seminario comunicazione. Roma, Centro Congressi Cavour dalle 9 alle 14 >> Programma







 














NEWSLETTER CGIL ROMA E LAZIO
N° 242 del 5 settembre 2014
Archivio Newsletter














ATTENZIONE: l'iniziativa si svolgerà presso:

Centro Congressi Cavour di via Cavour, 50/a


Clicca qui per sapere dove trovare la sede più vicina a te oppure vai sul sito  del CAAF Cgil Lazio e Basilicata













Rimini 6-7-8 maggio

 

Per ascoltare l'intervento di Claudio Di Berardino, segretario generale della CGIL di Roma e del Lazio al XVII Congresso CGIL
Vai sul sito di RadioArticolo1

(Foto Caleo)



Modulo iscrizione
Volantino
Regolamento







Vai alla pagina dedicata












Scarica il volantino della Campagna di informazione sugli STAGE a cura del Dipartimento Politiche Giovanili della Cgil di Roma e del Lazio.

>> Leggi comunicato




Vuoi iscriverti alla CGIL? clicca qui per la preiscrizione on-line


Leggi comunicato di adesione della Coordinamento Donne della Cgil di Roma e del Lazio












Il volantino
Il percorso











2-7.09.13 PIAZZA BELLA PIAZZA. IL PIANO DEL LAVORO. Quinta edizione dela Festa dei Diritti organizzata dalla Cgil di Roma e del Lazio. Locandina

Scarica il programma della festa

Mino Mellone

Ha passato gran parte della sua vita lavorativa all'Inca  con dedizione e passione, unendo sensibilità e competenza; umanità e correttezza nei rapporti con gli altri. La Cgil di Roma e del Lazio fa le più sentite condoglianze ai suoi familiari.



Il progetto C.Re.A.T.E.S. (Capital Regions and the 2020 European Strategy – Regioni Capitali e la strategia EU2020) finanziato dalla Commissione Europea ha come obiettivo la sensibilizzazione e informazione dei sindacati delle capitali europee rispetto alla Strategia Europa 2020. I partner del progetto sono sindacati operanti a livello territoriale nelle capitali europee.
La conferenza conclusiva del progetto si terrà a Roma ospitata da CGIL Roma e Lazio, CISL Roma e Lazio, UIL Roma e Lazio nei giorni 23-25 settembre 2013 e vedrà la partecipazione dei partner del progetto aderenti a ECTUN (network informale dei sindacati delle capitali europee).












Leggi tutto











 



Programma




TUTTE LE INIZIATIVE NEL LAZIO



Firma la petizione per istituire anche in Italia la Youth Garantee clicca qui




Scarica l'appello e leggi chi ha già aderito

Clicca qui per aderire

Per sostenere la ricostruzione della struttura  www.cittadellascienza.it



Clicca sull'immagine per guardare lo spot



MARZO 2013 Molte le iniziative promosse dai Coordinamenti Donne della Cgil e delle categorie in programma nel Lazio. Vai alla pagina dedicata 




Proposta d'iniziativa dei cittadini europei: Iniziativa Europea per il Pluralismo dei Media
Iniziativa Europea per il Pluralismo dell'Informazione

Firma!FIRMA PER SOSTENERE L'INIZIATIVA




Gli appuntamenti in Italia
Gli appuntamenti a Roma e nel Lazio

Volantino SPI e Coordinamento Donne Cgil Roma e Lazio

Volantinaggi




Vai alla pagina speciale



CAMPAGNA PER I DIRITTI DI CITTADINANZA

  TESSERAMENTO 2014


CONVENZIONE UNIPOL


IL PROGETTO EUROPEO

  CAMPAGNA PER IL REDDITO MINIMO GARANTITO

Il progetto C.Re.A.T.E.S. (Capital Regions and the 2020 European Strategy – Regioni Capitali e la strategia EU2020) finanziato dalla Commissione Europea ha come obiettivo la sensibilizzazione e informazione dei sindacati delle capitali europee rispetto alla Strategia Europa 2020. I partner del progetto sono sindacati operanti a livello territoriale nelle capitali europee.

La XIII conferenza permanente dei sindacati europei si è tenuta a Roma presso l'Acquario Romano ospitata da Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio. Alla conferenza hanno partecipato 62 delegati di 27 sindacati tra i quali come osservatori anche rappresentanti dei sindacati delle Capitali di prossimità, Kiev, Minsk e Tunisi. Durante la conferenza sono stati presentati i risultati della ricerca, svolta nell'ambito del progetto Creates, sul ruolo e le indicazioni dei sindacati riguardo agli obiettivi dell'Unione Europea nella Strategia Europa 2020. In occasione della XIII Conferenza è stata presentata in Campidoglio una dichiarazione di intenti tra Ectun (Rete dei sindacati delle Capitali europee) e Opce (Rete delle associazioni imprenditoriali delle Capitali europee) con l'intento di avviare una fase di confronto, discussione e collaborazione utile a favorire lo sviluppo economico-sociale e l'occupazione nei territori di rispettiva competenza.

Info: www.createsproject.eu



La Legge Regionale n. 4 del 4.3.2009 ha istituito il reddito minimo garantito, sostegno al reddito in favore di disoccupati, inoccupati o precariamente occupati. La legge è nata nel pieno della crisi economica come parte integrante delle misure di limitazione e contrasto alla crisi e risponde ai bisogni di quella gran parte dei cittadini e delle cittadine del nostro territorio che non ha né sostegni al reddito né ammortizzatori sociali.
Si tratta di una legge all’avanguardia, unica in Italia, al pari delle più avanzate legislazioni europee in materia di politiche attive del lavoro e come st
rumento di lotta alla povertà.
Nel bilancio della Regione Lazio di quest’anno la legge non ha avuto alcuna copertura finanziaria nonostante la situazione economica e sociale della nostra regione sia grave. La giunta Polverini ha dichiarato addirittura di volerla abrogare.

  IL PROGETTO EUROPEO

  IL PROGETTO EUROPEO

10-12.02.12 Edimburgo

15-16.06.12 Roma: IL LAVORO SULLE DISCRIMINAZIONI MULTIPLE: ORIENTAMENTO SESSUALE, IDENTITA' E IMMIGRAZIONE organizzato da Ufficio Nuovi Diritti Cgil Roma e Lazio