Data:18/04/2014 17.48.22- u. 200

Home

Versione stampabile
Comunicati
17.04.14 MAFIE
CGIL-CISL-UIL: BENE ACCORDO SU BENI CONFISCATI"Esprimiamo soddisf...

16.04.14 SANITA'
SINDACATI: REGIONE CI CONSULTI SU PIANI OPERATIVI"NO DECISIONI SE...

17.04.14 ALITALIA
CGIL: NESSUN PIANO POTRÀ GIUSTIFICARE ESPULSIONE PERSONALE"In mer...

16.04.14 BILANCIO ROMA CAPITALE
LANCI AGENZIE STAMPAASSEMBLEA LAVORATORI AZIENDE COMUNE DI ROMA E...

15.04.14 SANITA'
DI BERARDINO-DI COLA: ATTIVARE CONFRONTO CON REGIONE"Diversi orga...

15.04.14 CRISI CONFCOMMERCIO
CONFCOMMERCIO ROMA TAGLI E CASSA INTEGRAZIONE: È CRISI PROFONDAIs...

15.04.14 TRASPORTO PRIVATO
SINDACATI: POSTEGGIO OSTIENSE TRASFORMATO IN SUK"Mentre il sindac...

15.04.14 CONFCOMMERCIO
CONFCOMMERCIO ROMA: TAGLI E CASSA INTEGRAZIONE: È CRISI PROFONDAI...

15.04.14 BENI CULTURALI
CGIL FP: DA AMMINISTRAZIONE NESSUN PROGETTO CONCRETO SU SISTEMA M...

15.04.14 SANITA' UMBERTO I
SIT-IN LAVORATORI UMBERTO I: NO LICENZIAMENTISINDACATI: ''REGIONE...








BILANCIO, SINDACATI: VIA A MOBILITAZIONE, SERVONO RISPOSTE. PER ORA MANCANO. CONFRONTO MARINO RINVIATO PER LA TERZA VOLTA


(Foto Dire)
16.04.14  "Oggi parte la mobilitazione di Cgil Cisl Uil, con confronti e assemblee di lavoratori, per chiedere al sindaco Ignazio Marino e alla politica di decidere sul bilancio e su quale sarà il modello di sviluppo della città, di chiarire le scelte sulle municipalizzate. Per ora non abbiamo risposte". Lo annuncia il segretario generale della Uil di Roma e Lazio Pierpaolo Bombardieri in occasione dell'assemblea dei lavoratori al Teatro Eliseo, a cui, riferisce, "hanno partecipato un migliaio di persone". "Per quanto riguarda l'Atac, ad esempio, sono arrivate solo le lettere di mobilità per 300 lavoratori, quale sarà l'Atac di domani non lo sappiamo ancora. Noi proponiamo un'azienda unica regionale - continua Bombardieri -. Comune e Regione che dicono?". "Il confronto con il sindaco Ignazio Marino sul bilancio 2014 in programma per domani è stato rinviato per la terza volta - gli fa eco dalla Cisl il collega Mario Bertone -. Questo significa irresponsabilità e assenza di un'idea di sviluppo per Roma. Per questo oggi parte la mobilitazione unitaria, subito dopo Pasqua ci rivedremo per decidere le eventuali azioni da mettere in campo. Oggi, intanto, c'è stata un'assemblea dei delegati dei lavoratori del Comune e delle aziende comunali che ha riempito il Teatro Eliseo. Per noi le priorità per questo bilancio devono essere: riduzione dell'Irpef, più equa e progressiva; welfare per le fragilità sociali; sviluppo e quindi lavoro". Secondo il segretario generale della Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino "abbiamo bisogno che il Comune di Roma ritrovi una spinta propulsiva che in questo periodo si è persa. La deve ritrovare in fretta perché sono i problemi che vive questa città che lo richiedono".(ANSA).

>> Leggi tutto


SINDACATI: BASTA RINVII, SERVE CHIAREZZA.
NON SI INTRAVEDE ALCUN MODELLO DI SVILUPPO

08.04.14  "Mentre trascorrono i giorni inesorabilmente, il sindaco e la Giunta non chiariscono quali sono le scelte dell''amministrazione. Continuano a rimbalzare sulla stampa le notizie piu'' disparate su vendite di societa'', aumenti di tariffe, licenziamenti di lavoratori. Nessuna notizia certa e'' data alla citta'' e ai suoi abitanti". Cosi'' in una nota i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio, Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Non si intravede alcun modello di sviluppo. Solo beghe da cortile che rischiano di ricadere sulle spalle dei cittadini, dei lavoratori e dei pensionati. Cgil, Cisl e Uil- concludono i segretari- invitano il Comune e le forze politiche ad assumersi le proprie responsabilita'' in un momento cosi'' drammatico per Roma. Basta rinvii, serve chiarezza".

CGIL-CISL-UIL: NO A BILANCIO PREVISIONE A 'PUNTATE'

04.04.14 "Bilancio 2014 e decreto Salva Roma sono temi che necessitano di un ragionamento congiunto perché strettamente legati e che vanno sottratti agli umori della politica connessi alle elezioni europee". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "La priorità - continuano - è salvare Roma ma anche i cittadini, i lavoratori, i pensionati. In questa fase durissima di crisi economica e occupazionale, segnata dal continuo aumento della cassa integrazione e della disoccupazione, vanno salvaguardati i servizi sociali, scongiurati ulteriori aumenti della tassazione, eliminati gli sprechi. Bisogna coniugare la necessità del risanamento allo sviluppo e al lavoro, senza mai perdere di vista i principi di equità e progressività fiscale riducendo l'addizionale comunale Irpef ". "Proprio per questo - aggiungono - non siamo d'accordo con questa idea del bilancio di previsione 'a puntate', ossia definito ora per poi essere riaggiornato di qui a qualche mese. In un momento di assoluta emergenza sociale abbiamo bisogno di certezze circa l'allocazione delle risorse".


CGIL-CISL-UIL: BENE ACCORDO PROROGA CASSA IN DEROGA

"MA PREOCCUPATI PER NON AVERE A DISPOSIZIONE TEMPI PIÙ LUNGHI"

02.04.14 - "Abbiamo sottoscritto oggi in Regione Lazio l''accordo che proroga il finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga di tre mesi e fino al 30 giugno 2014, scongiurando di fatto il rischio che migliaia di lavoratori della regione Lazio possano rimanere senza alcun sussidio". Cosi'', in una nota, Tina Bali'', Paolo Rigucci e Agostino Calcagno, di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio. "Per questo accordo- aggiungono- esprimiamo soddisfazione, ma siamo al contempo molto preoccupati per non avere a disposizione tempi piu'' lunghi. Continuare sempre e solo con proroghe di tre mesi in tre mesi non fa che mettere in difficolta'' sia i lavoratori, sempre sull''orlo della disperazione, sia le aziende che non riescono a fare alcuna programmazione imprenditoriale di piu'' lungo raggio".


CGIL-CISL-UIL: È NECESSARIO AGIRE IN FRETTA CON PATTO SVILUPPO

01.04.14 "I dati sull’occupazione divulgati oggi dall’Eures confermano in pieno quanto Cgil, Cisl e Uil vanno dicendo da tempo. Il mondo del lavoro è in ginocchio, la disoccupazione sia dei lavoratori 'maturi' che dei giovani è in continuo aumento, cresce la cassa integrazione ordinaria e su quella in deroga rimane aperto il problema di come finanziarla: le risorse stanziate per i primi quattro mesi del 2014 sono stati spesi per coprire gli ultimi mesi del 2013 e la copertura per il 2014 rischia di essere insufficiente". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Non si può più aspettare - continuano -. E' necessario far ripartire il lavoro, salvaguardare quello che ancora c'è, ritrovare un impiego per i lavoratori in mobilità, per chi è stato licenziato, ridare ai cassintegrati la possibilità di tornare in azienda, eliminare o almeno ridurre il precariato attraverso un programma concreto di politiche attive e quindi di stabilizzazione". "Con la Regione Lazio e le parti datoriali - aggiungono - stiamo lavorando a un patto per lo sviluppo e l’occupazione: esso dovrà contenere scelte chiare sull’occupazione e su un nuovo modello di sviluppo e fare leva non solo sulle risorse europee ma anche su quelle nazionali chiamando in causa il sistema del credito".



DL SALVA ROMA, CGIL-CISL-UIL: SERVE CONFRONTO

26.03.14 "Sul decreto Salva Roma continuiamo a leggere numeri che si riferiscono a eventuali esuberi di personale. Così come leggiamo di consistenti tagli lineari ai diversi dipartimenti senza che al momento sia stato predisposto alcun piano organico mirato a salvaguardare la quantità e la qualità dei servizi, a tutelare il lavoro e i lavoratori a partire dai precari". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Se per confronto s'intende comunicare ai giornali ciò che si pensa di poter fare o addirittura decisioni già prese senza minimamente porsi il problema delle ricadute di tali scelte sulla città e sulle persone - continuano - davvero non ci siamo. O si cambiano modalità e contenuti o per il sindacato sarà mobilitazione". "Al fine di valutare compiutamente le problematiche del Salva Roma e del bilancio 2014 - aggiungono - abbiamo indetto per il 31 marzo una riunione straordinaria insieme alle categorie maggiormente coinvolte".



CGIL-CISL-UIL: MANCATA PROROGA CIG È PROBLEMA GRAVISSIMO


25.03.14  "A pochi giorni dalla scadenza, il 31 marzo, dell'accordo quadro sugli ammortizzatori sociali in deroga, l'assessore al lavoro della Regione Lazio ci ha comunicato con apprensione che non sussistono le condizioni per una sua ulteriore proroga, a causa della mancanza di risposte certe da parte del Governo circa la copertura finanziaria per l'anno in corso". Così, in una nota Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio. "Le risorse stanziate - continua la nota - non sono sufficienti né per far fronte alle richieste pervenute per il 2014 né per coprire gli ultimi due mesi del 2013. Siamo di fronte a un problema gravissimo, a un vero e proprio allarme sociale.

>> Leggi tutto


SALVA ROMA, DI BERARDINO: NECESSARIA SCELTA SINDACO E GIUNTA

21.03.14  “Sul Salva Roma è necessario che il Sindaco Marino e la Giunta capitolina compiano una scelta.
Continuare a intervenire o a pensare di intervenire sui singoli pezzi sfuggendo a un progetto d'insieme, a una valutazione complessiva, a una missione che deve avere la città fa correre il rischio di avere meno servizi, meno sociale, meno ruolo del pubblico. Al contrario in questa fase storica abbiamo bisogno di un maggiore ruolo del pubblico, di una quantità importante e di una qualità dei servizi migliore. L'auspicio è che ci sia un progetto d'insieme e le ipotesi sulle privatizzazioni o sui tagli facciano parte di un progetto. Altrimenti avremo un ridimensionamento, solo una serie di tagli che non è affatto detto ci consegnino una città migliore. Forse avremmo una città un poco risanata dal punto di vista dei conti ma a pagare sarebbero le fasce più deboli della popolazione, le persone già in difficoltà, gli anziani, le periferie”. Così, lo riferisce una nota, Claudio Di Berardino, confermato segretario CGIL Roma e Lazio, ai microfoni di Radio Popolare Roma.

>> Leggi tutto



CGIL CISL UIL: MARINO CI CONVOCHI AL PIÙ PRESTO

20.03.14  "Sul decreto Salva Roma le organizzazioni sindacali ancora non sono state convocate per un necessario confronto con l'amministrazione capitolina. Vista la delicatezza dell'argomento e l'impatto che il decreto avrà sulla città, è un fatto che ci preoccupa molto. Ciò che ancora manca e che chiediamo è un progetto, una visione d'insieme così da capire quale sarà il futuro della Capitale di Italia. Gli effetti combinati del Salva Roma e del bilancio faranno uscire un'altra città. Sollecitiamo dunque il sindaco a convocarci al più presto". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri.




DI BERARDINO RICONFERMATO ALLA GUIDA DELLA CGIL DI ROMA E DEL LAZIO

19.03.14 Dopo tre giorni di lavori, si è chiuso in via dei Frentani il V Congresso della Cgil di Roma e Lazio che ha riconfermato Claudio Di Berardino segretario generale. Al vertice dell’organizzazione dal settembre del 2008, Di Berardino, 53 anni, è stato rieletto dal nuovo Comitato direttivo (119 membri). Su 108 votanti, 99 sono stati i voti a favore, 4 gli astenuti, 4 i contrari e una scheda bianca. Si conclude così un percorso congressuale, partito all’inizio dell’anno, che ha visto lo svolgimento di 3.605 assemblee nei luoghi di lavoro e nelle leghe dei pensionati e che ha coinvolto 152.194 iscritti. "La modalita' del confronto - dichiara Di Berardino - è la nostra ricchezza. Per quanto riguarda il merito, quello che siamo chiamati a fare nel prossimo futuro è tradurre il documento politico prodotto, questo lungo dibattito, in azioni e trovare un punto di equilibrio nuovo". "Il tema degli ultimi, delle fasce sociali più deboli - aggiunge - è un tema anche nostro e, soprattutto in questo momento di crisi estrema, dobbiamo partire da questo per rafforzare la nostra identità".

CGIL: "ORA PATTO CON REGIONE E IMPRESE PER SVILUPPO E OCCUPAZIONE"

17.03.14 "Siamo lavorando, Regione, Parti Datoriali e OO.SS. per giungere a sottoscrivere il Patto per lo Sviluppo e l’Occupazione che chiaramente dovrà contenere scelte chiare, ricadute occupazionali attraverso una effettiva misurazione, risorse, cronoprogramma, verifica e monitoraggio, introdurre ingredienti utili per ripensare al modello di sviluppo, utilizzare non solo le risorse europee ma quelle nazionali, quelle proprie e chiamare in causa anche il sistema del credito per affrontare le grandi tematiche e far ripartire il lavoro". Lo ha annunciato il segretario della Cgil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, nella sua relazione al V congresso Cgil Roma e Lazio, al Centro congressi Frentani.

>> Leggi tutto



DA LUNEDÌ CONGRESSO CGIL ROMA E LAZIO

12.03.14 "Inizierà lunedi 17 marzo, presso il Centro Congressi Frentani, il V Congresso della Cgil di Roma e del Lazio. Le problematiche aperte dalla crisi, ma non solo; contrattazione, democrazia, diritti, futuro, inclusione, legalità, partecipazione: saranno questi i temi di discussione affrontati nel corso delle tre giornate di lavori che saranno aperti dalla relazione del segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino. Nel corso della mattinata di lunedì si alterneranno gli interventi dei vertici delle istituzioni locali - il sindaco di Roma Ignazio Marino e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti - dei segretari generali di Cisl e Uil di Roma e del Lazio - Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri - e dei rappresentanti dei sindacati CGTP-IN Lisbona e Solidarumas Vilnius - Liberio Domingues e Algirdas Markevi ius-. Nel pomeriggio è previsto l'intervento del presidente di Libera Don Luigi Ciotti. Concluderà i lavori della prima giornata il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso". Lo comunica in una nota la Cgil.




FISCO, SIGLATO PATTO SINDACATI - REGIONE LAZIO : NO +1% IRPEF ED ESENZIONE FINO 28MILA EURO

DI BERARDINO: ZINGARETTI COLTO DISAGIO SU FISCO

06.03.14 "Noi il 3 gennaio avevamo promosso una iniziativa qui in Regione per dire alla giunta che avevano adottato (con la previsione dell'aumento dell'Irpef, ndr) un provvedimento iniquo e ingiusto nei confronti dei cittadini e dei pensionati. Ma il presidente Zingaretti ha saputo cogliere quel forte segnale di disagio". Così il segretario generale Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino ha commentato la firma del patto sull'equità fiscale con la Regione Lazio. "Si é aperto un tavolo e si è arrivati fino al memorandum odierno. Di fronte alla crisi -ha aggiunto- due sono i provvedimenti che si possono fare: quelli sul lavoro e quelli sul fisco. Se riuscissimo a introdurre i criteri di equitá riusciremmo a lasciare nelle tasche dei cittadini e dei pensionati qualche euro in più, così da rimettere in moto la macchina. E' la prima volta che la Regione Lazio fa qualcosa di simile: su una materia così delicata si riesce a trovare un accordo, ad assumere un impegno con i sindacati e le istituzioni. E' l'apertura di una fase nuova - ha concluso Di Berardino - in cui la concertazione non è una parola vuota".
Foto DIRE

>> Leggi tutto

SALVA ROMA. CGIL: SALVARE PURE ROMANI




NO PRIVATIZZAZIONI

DI BERARDINO: AFFRONTIAMO INSIEME PIANO RIENTRO E BILANCIO 2014


05.03.14 "No a nuove tasse, no alle privatizzazioni, si'' alla razionalizzazione e all''efficientamento. Il sindaco ci incontri: dobbiamo salvare Roma, ma anche i romani". Sono queste le priorita'' individuate dal segretario generale della Cgil di Roma e Lazio, Claudio Di Berardino, per il piano di rientro che la Capitale, come previsto dal decreto Salva Roma, dovra'' stilare per risanare i conti del proprio bilancio. Un decreto, ha sottolineato Di Berardino, i cui contorni non sarebbero ancora del tutto chiari: "Avevamo indetto per oggi un presidio in piazza del Campidoglio per concentrare l''attenzione sulla necessita'' di dare a Roma le risorse opportune per superare le difficolta'' e l''impasse- ha spiegato il segretario- un presidio poi sospeso perche'' attendiamo di leggere bene i contenuti del Salva Roma: abbiamo chiesto al sindaco Marino e all''assessore Morgante un incontro per ragionare insieme del decreto e del bilancio 2014, perche'' sono temi strettamente legati da affrontare necessariamente in contemporanea.

>> Leggi tutto


FONTE DIRE


ATAC. FILT CGIL: NO A CONTRATTI SOLIDARIETÀ

04.03.14 "Siamo contrari ai contratti di solidarietà all'Atac". Così, il segretario generale della Filt Cgil, Alessandro Capitani, interpellato in merito alla questione della situazione finanziaria e organizzativa dell'azienda capitolina dei trasporti. "Non comprendo l'esigenza dei contratti di solidarietà - ha aggiunto Capitani - e in ogni caso, qualsiasi decisione l'azienda e l'amministrazione comunale volessero prendere, dovranno farlo dopo essersi confrontate con le organizzazioni sindacali, nel rispetto di ogni certezza e garanzia". Relativamente al nodo degli esuberi all'interno dell'Atac, Capitani conferma che sono stati contati "200 amministrativi". Maggiori aperture, invece, arrivano dalla Filt in merito all'ipotesi di prepensionamenti: "È una strada che siamo disposti a valutare - dice Capitani - considerando comunque che la legge Fornero impone dei vincoli". Ma il punto, secondo il rappresentante della Cgil, è che "la responsabilità degli esuberi non può essere ricondotta al lavoratore". Perplessità anche sulla possibilità di spostare i 200 esuberi amministrativi su altri incarichi, ad esempio come autisti o controllori sugli autobus, secondo Capitani, "dobbiamo entrare nel ragionamento che non tutti possono fare quel mestiere". In particolare, per i conducenti di autobus serve una patente specifica.



CGIL-CISL-UIL: SOSPESO PRESIDIO 5 MARZO IN ATTESA CONFRONTO


01.03.14 "Abbiamo deciso di sospendere il presidio del 5 marzo in attesa del confronto che abbiamo già chiesto al sindaco e all'assessore al bilancio Morgante per valutare l'impatto che il nuovo decreto Salva Roma produrrà sui lavoratori, i pensionati e i cittadini romani. Non siamo disposti ad accettare nessun aumento delle tasse locali né ulteriori sacrifici sempre a carico dei lavoratori, dei pensionati, e delle loro famiglie". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio, Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombarieri.


CGIL CISL UIL: "ATTACCO A CONDIZIONI VITA CITTADINI"

26.02.14 "La decisione del Governo di ritirare il decreto Salva Roma dall'iter parlamentare non è un successo contro i privilegi della casta o i soprusi di Roma 'ladrona', ma un attacco concreto alle condizioni di vita dei cittadini della Capitale, sicuramente incolpevoli dei comportamenti e delle scelte politiche che l'hanno trascinata in un collasso economico senza precedenti". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Se non si metterà riparo immediatamente con provvedimenti trasparenti nei contenuti, ma rapidi nell'esito - continuano - saranno a rischio i settori più importanti e delicati del funzionamento della macchina capitolina, inclusi i servizi per le fasce più deboli e le stesse retribuzioni dei dipendenti.

>> Leggi tutto



DI BERARDINO, CGIL: TRE SÌ E TRE NO A PROPOSTE LANCIATE DA UNINDUSTRIA

21.02.14 "Tre sì e tre no alle proposte che Unindustria ha lanciato al Comune di Roma e alla Regione Lazio". Così, in una nota, Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio in merito all'intervista rilasciata da Maurizio Stirpe al Corriere della sera. "Siamo d'accordo - spiega - sulla necessità di ridefinire un piano per le infrastrutture materiali, e noi aggiungiamo immateriali, a Roma e nel Lazio come condizione per favorire e rilanciare lo sviluppo e il lavoro; lo stesso dicasi per il commissariamento della Camera di commercio che deve avvenire non per intervento politico ma soltanto attraverso le dimissioni di una parte consistente del consiglio camerale con l'obiettivo di ridefinire successivamente un effettivo rilancio capace di sostenere gli interventi economici e sociali della città; io mi dichiaro disponibile in tal senso.

>> Leggi tutto


FILCAMS CGIL: ATTO GRAVISSIMO FORZE ORDINE CONTRO ADDETTE PULIZIE

19.02.14  "Un gravissimo atto di violenza è stato compiuto dalle forze dell’ordine nei confronti delle lavoratrici addette al servizio di pulizia delle scuole di Pomezia". Così, in una nota, Vittorio Pezzotti, segretario generale della Filcams Cgil di Roma e del Lazio. "Questa mattina, alla scuola Trilussa di Pomezia - continua - la polizia ha duramente colpito le lavoratrici che protestavano per difendere il loro posto di lavoro, messo a rischio dalla gara di appalto nazionale gestita dalla Consip; una gara che irresponsabilmente e irrealisticamente ha tagliato il 40% del corrispettivo economico destinato al servizio. Un taglio che va ad aggiungersi a quelli già intervenuti negli anni precedenti che hanno determinato una riduzione dell’orario di lavoro delle addette alle pulizie e del salario di oltre il 25% ma non hanno diminuito l’entità e la quantità del lavoro, generando così un duplice danno: minor salario, maggiori carichi di lavoro".

>> Leggi tutto

ASSEMBLEA INSEGNANTI A ROMA. IN 2MILA AI PIEDI DEL CAMPIDOGLIO, I SINDACATI: ''COMUNE ASCOLTI''

18.02.14 Traffico in tilt e caos in Centro, a Roma, per l''agitazione dei docenti ed educatori della scuola dell''infanzia. Fortemente congestionate le aree di via Petroselli, Teatro Marcello e lungotevere, a causa dell''intedizione alla circolazione di via della Consolazione, lettaralmente presa d''assalto dal personale radunato in assemblea, dalle 8 di mattina a poco dopo le 11, presso il comando della Polizia locale. Erano oltre 2mila le insegnanti che hanno risposto alla convocazione dei sindacati (Cgil, Cisl e Uil) per protestare contro le politiche che l''amministrazione capitolina. "Una partecipazione tra le piu'' numerose in assoluto- ha affermato Giancarlo Cosentino, segretario della Cisl Fp, Roma e Lazio- che nasce dalla consapevolezza della gravita'' della situazione. Le scuole si stanno trasformando sempre piu'' in recinti dove segregare i bambini a discapito di un''offerta didattica ormai sempre piu'' povera. L''inserimento nella societa'' degli individui avviene dai primi anni di vita, questo l''attuale amministrazione non l''ha capito e va avanti nella sua politica fatta di tagli e scarsa attenzione al settore".
(Fonte e foto Dire)
>> Leggi tutto



DOPODOMANI I SEGRETARI REGIONALI CGIL CISL UIL ALLA SCHNEIDER


11.02.14 Giovedì i tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Lazio, Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri visiteranno lo stabilimento Schneider "tuttora presidiato dai lavoratori". In seguito presso la Sala consiliare del Comune di Rieti terranno una conferenza stampa congiunta, intorno alle 11.30. Lo annunciano i tre sindacati. "Con questa doppia iniziativa congiunta, visita allo stabilimento e conferenza stampa, intendiamo riaccendere i riflettori sulle forti criticità e i drammi occupazionali che sta attraversando il reatino, ad iniziare dalla drammatica vertenza Schneider - spiegano Di Berardino, Bertone e Bombardieri -. Senza peraltro tralasciare il destino dei lavoratori di un'altra grande azienda in crisi come la Ritel, questa visita sarà l'occasione per rinnovare l'attenzione anche sulle vertenze cosiddette minori che vedono coinvolte aziende manifatturiere, punti vendita della piccola distribuzione commerciale, enti locali con prospettive di assoluta incertezza circa il destino dei lavoratori".

>> Leggi tutto



DIPENDENTI IN PRESIDIO DAVANTI ASSESSORATO POLITICHE SOCIALI

06.02.12 "Giù le mani dalla Farmacap!" è il grido dei lavoratori dell'azienda municipalizzata capitolina, in presidio organizzato da Cgil, Cisl, Uil e Usi davanti alla sede dell'assessorato alle Politiche sociali di Roma Capitale, a via Manzoni. Alle 11 una delegazione incontrerà l'assessore Rita Cutini, a cui chiederanno risposte "in merito alla possibile privatizzazione del 40% della società, proposta dalla delibera comunale presentata dal consigliere Mino Dinoi del Gruppo Misto". Nonostante il contributo di 15 milioni di euro previsto dall'ultimo bilancio dell'amministrazione Marino, denunciano i lavoratori, la situazione finanziaria rimane non facile per Farmacap, che oltre alla rete di farmacie situata soprattutto nelle zone periferiche, offre servizi di tele assistenza e asili nido. "Fino al 28 febbraio sopravviviamo con i fondi disponibili - afferma Claudia Baldi, Rsa Usi dell'azienda - sospettavamo lo spacchettamento, dopo tutte le promesse da ottobre, quando l'assessore Cutini aveva parlato del rilancio della Farmacap.
Fonte e foto Omniroma

>> Leggi tutto


CGIL: Le nostre priorità sono il lavoro e i diritti. "Il lavoro decide il futuro" questo deve significare.

05-02-14  È prioritario che tutta la Cgil abbia la testa, il cuore e la sua grande forza dedicate ad affrontare la crisi economica, sollecitando e conquistando politiche economiche capaci di ridare al Paese competitività e sviluppo, a risolvere al meglio le tante situazioni di crisi aziendale, a evitare i licenziamenti, a supportare le difficoltà economiche di chi è in cassa integrazione, in mobilità o esodato, e cercare in ogni modo di tutelare e, se possibile far avanzare ed estendere, i diritti e la democrazia nei luoghi di lavoro. "Il lavoro decide il futuro", il titolo del XVII Congresso della Cgil, questo vuol significare e a questo il Congresso deve servire: a far sì che il lavoro, i diritti, la democrazia tornino ad essere valori centrali nella vita sindacale e politica di questo nostro Paese. Stupisce quindi che dirigenti autorevoli e pienamente informati si attardino a ipotizzare, dopo le numerose smentite giunte in questi giorni, il ricorso ad azioni disciplinari nei confronti di qualsivoglia categoria o verso il gruppo dirigente che in questo memento le sta guidando.


>> Leggi tutto



CGIL LAZIO, PERSI 36.000 POSTI NEL 2013, NON E? FINITA. "CHI DICE IL CONTRARIO FA CATTIVA PUBBLICITA', SERVE PATTO DEL LAVORO


04.02.14 "Stimiamo che nel Lazio si siano persi trentaseimila posti di lavoro nell'arco del 2013 e questo dimostra che la crisi nel territorio si acuisce proprio a causa del modello di sviluppo e per questo non va sottovalutata. Chi dice che la crisi è alle spalle fa una cattiva pubblicità: una distrazione dal dover far ripartire il lavoro". Lo dice il segretario generale della Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino. Di Berardino sottolinea che questo è "un impegno che noi continuiamo a sollecitare chiedendo alla Regione Lazio e alle associazioni datoriali di definire un patto per lo sviluppo e l'occupazione.

>> Leggi tutto



SINDACATI: RINVIATO SCIOPERO PER IL MALTEMPO

DOVEVA ESSERCI MERCOLEDI'', "SARA'' RIPROGRAMMATO IN ALTRA DATA"


03.02.14 "Differito lo sciopero nazionale del trasporto pubblico locale di mercoledi''". Lo comunicano Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Fna e Faisa-Cisal "in considerazione delle gravi condizioni di mobilita'' provocate dall''intenso maltempo, che ha colpito gran parte del territorio nazionale e dell''invito della commissione di garanzia. Lo sciopero nazionale- informano infine le organizzazioni sindacali- sara'' riprogrammato in altra data".


DI BERARDINO: NO A PRIVATIZZAZIONI ACEA, ATAC E AMA


03.02.14  "Ci risiamo: come un mantra ritorna l’ossessione della privatizzazione dei servizi pubblici locali anche oltre le indicazioni europee che pure non sono un dogma. È di questi giorni il nuovo assalto che, nella discussione al Senato, rimette al centro il tentativo di privatizzare Acea, Atac e Ama". Così in una nota Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio. "Lo abbiamo già detto e non ci stancheremo di ripeterlo - aggiunge - i servizi pubblici locali devono rimanere pubblici, soprattutto in presenza di una crisi economica di portata storica perché possono contribuire a conservare un tessuto sociale che altrimenti rischia di dissolversi. Così come abbiamo ripetuto più volte che devono essere riformati in profondità per renderli efficienti ed efficaci. Volontà testimoniata, solo per fare un esempio, dagli accordi che le organizzazioni sindacali hanno sottoscritto".
"Il sindacato è pronto a fare la sua parte - prosegue Di Berardino - ma all’interno di un contesto che salvaguardi i diritti e miri alla riorganizzazione del lavoro e alla sua riqualificazione nonché al miglioramento dei servizi. Il Governo anziché ingegnarsi su come licenziare i lavoratori, definisca modalità, strumenti e risorse per contribuire a rilanciare aziende come Acea, Atac e Ama che rappresentano il cardine del futuro sviluppo economico della nostra città e del nostro territorio".

ALITALIA. CGIL: FUTURO DI FIUMICINO LEGATO A QUELLO DELLA COMPAGNIA

31.01.14  “Riteniamo positiva l’attenzione dei diversi livelli istituzionali sulla vicenda Alitalia, soprattutto in relazione al rischio di esuberi e cassa integrazione a zero ore. Vorremmo ricordare, però, che la Cgil e la Filt Cgil di Roma e del Lazio stanno mettendo in guardia da mesi sul rischio che si determini una nuova crisi occupazionale, inquadrandola nel più complessivo fallimento del Piano Fenice”. Così, in una nota, Roberto Giordano, segretario della Cgil di Roma e del Lazio. “Lo stesso futuro dell’hub di Fiumicino – continua – sarà condizionato dall’evoluzione della vertenza del vettore di riferimento (Alitalia), con ricadute che rischiano di essere drammatiche per l’intero sistema dell’indotto e per i restanti 20mila lavoratori che in esso sono occupati. Per questo è fondamentale che tutte le istituzioni di riferimento, gli enti regolatori, Aeroporti di Roma, si impegnino da subito a gestire, assieme alle organizzazioni sindacali, una partita che si preannuncia particolarmente complessa”. “Quello che certamente non accetteremo supinamente – conclude – è che le ricadute occupazionali si riverberino soprattutto sul nostro territorio, che nel recente passato ha già pagato pesantemente l’insipienza dei vertici politici del Paese”.


SHOAH - GIORNATA DELLA MEMORIA

DI BERARDINO: MANTENERLA VIVA CON CULTURA DELLA TOLLERANZA


27.01.14 - "Il giorno della memoria cade anche quest’anno in un’atmosfera guastata da coloro che si ostinano a volerla rimuovere. I pacchi recapitati alla Sinagoga di Roma, l’epiteto infamante contro il presidente della comunità ebraica Pacifici e le scritte antisemite apparse oggi sui muri della città sono la dimostrazione di quanto strada debba ancora fare la coscienza collettiva nel maturare la consapevolezza di ciò che è stato: il 27 gennaio di 69 anni fa l’Armata rossa liberò il campo di Auschwitz rivelando al mondo l’orrore del genocidio compiuto dai nazisti. Nonostante questo, c'è ancora chi nega l'Olocausto, chi alimenta con gesti infamanti la lunga catena dell'odio che riporta indietro anni luce, che impedisce al nostro paese di essere un paese civile". Così, in una nota, Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio. "La memoria - continua - dovrebbe essere considerata in se stessa un bene da tutelare. Occorre lavorare ogni giorno, ognuno per il proprio ruolo, per mantenerla viva, sviluppando la cultura del rispetto e della tolleranza soprattutto tra i giovani. La Cgil, come sempre, non mancherà di fare la sua parte".

DI BERARDINO, CGIL: OGNUNO FACCIA PROPRIA PARTE


25.01.14 "Ognuno in questa vicenda e' chiamato a svolgere la propria parte. Cosi' facendo si potra' davvero salvare questa importante realta' produttiva e il lavoro". Cosi' il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, al termine dell'incontro da poco conclusosi nella sede della Schneider occupata cui ha preso parte anche il vescovo di Rieti. "Il ministero dello sviluppo economico - continua Di Berardino - deve insistere affinche' la Schneider continui la produzione almeno fino a quando non si riesca a trovare una soluzione industriale credibile. Ci aspettiamo in questo senso un contributo vero anche delle parti datoriali a partire da Confindustria e che i parlamentari del Lazio spingano il Governo a muoversi in questa direzione". "Oggi sono qui anche in rappresentanza di Cisl e Uil del Lazio - aggiunge Di Berardino -. Per il sindacato e' fondamentale porre fine alla desertificazione industriale di questo territorio, iniziando una fase nuova a partire dalla Scnheider. La Regione e il ministero accelerino dunque la conclusione del contratto d'area per garantire risorse adeguate alla realta' produttiva e occupazionale del reatino".

Foto Contropiano


CGIL-CISL-UIL-UGL: SOSPESO SCIOPERO DOMANI

23.01.14 "Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Fna, nonostante gli incontri e gli accordi sottoscritti, denunciano a tutt’oggi l’assenza di pianificazione per quella riorganizzazione complessiva del Tpl pubblico e privato dell’intera Regione Lazio, così vitale e necessaria per il rilancio delle aziende che vi operano, per la salvaguardia dei livelli occupazionali e per l’offerta di un servizio adeguato alle esigenze della cittadinanza. Lo stato generale di crisi del Paese e le vicende economico-finanziarie relative al comparto trasporti richiedono un intervento risolutivo che coinvolga tutti i livelli istituzionali. Con specifico riferimento al Tpl di Roma, le organizzazioni sindacali, avendo sottoscritto insieme ad Atac nella serata di ieri un accordo, anche se solo parzialmente risolutivo della vertenza in atto, hanno deciso di sospendere lo sciopero di 24 ore programmato per la giornata del 24 gennaio. Rimarremo comunque vigili sugli ulteriori passi in avanti che l’azienda ha promesso di compiere nella direzione auspicata.

>> Leggi tutto



DI BERARDINO, CGIL: EVITARE PROLUNGAMENTO COMMISSARIAMENTO

22.01.14  "Finalmente il presidente Zingaretti riconosce come la politica debba svolgere fino in fondo e pienamente il proprio ruolo ed essere conseguentemente artefice, anche sul fronte rifiuti, di scelte strategiche e programmatiche: la Cgil lo chiedeva da tempo. Ora è necessario evitare il prolungamento del commissariamento". Così in una nota Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio. "Dopo la positiva chiusura di Malagrotta - continua - ci aspettiamo un piano regionale dei rifiuti finalizzato a un effettivo potenziamento della raccolta differenziata e alla chiusura del ciclo e che sappia trasformare i rifiuti in risorsa e in un'occasione di nuova occupazione". "Ci aspettiamo anche - aggiunge - un opportuno confronto e non decisioni calate dall'alto: tutti i livelli istituzionali e le parti sociali dovranno essere coinvolti".


DI BERARDINO, CGIL: GIUDIZIO NEGATIVO SU PRIMI 8 MESI AMMINISTRAZIONE

18.01.14  "Il giudizio è negativo per questi primi otto mesi di amministrazione, perché la maggioranza delle scelte compiute è avvenuta senza un confronto con i sindacati. Chiediamo al sindaco e alla Giunta se sono nelle condizioni di aprire una nuova fase, a partire dal bilancio 2014, che provi a disegnare le scelte per i prossimi anni". Così il segretario della Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino, al termine dell'incontro con il sindaco di Roma Ignazio Marino, nella Sala delle Bandiere in Campidoglio.
>> Leggi tutto


RIFIUTI

CGIL: SERVONO SCELTE CHIARE E RAPIDE


16.01.14  “L'ennesima battuta d'arresto nella nomina dei vertici di Ama Spa è preoccupante, un danno per Roma e per i romani". Così una nota congiunta Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio e Natale Di Cola, segretario generale Fp Cgil di Roma e del Lazio. "L'attenzione ai curricula – continuano – è cosa buona e giusta solo se produce efficienza, se garantisce tempestività. E comunque essi non possono costituire l'unico elemento di valutazione: la nomina per un incarico così importante, soprattutto visti i precedenti, non può prescindere dalla sussistenza dei requisiti etici oltre che professionali e deve essere figlia di una precisa assunzione di responsabilità politica da parte del sindaco e della giunta. E' necessario che entrambi si riapproprino del ruolo cui sono chiamati: quello di scelta e programmazione. Che questi lunghi mesi abbiano prodotto una nomina tanto controversa è paradossale: ci saremmo aspettati una squadra all'altezza della situazione, un piano industriale degno di questo nome e. prima ancora, un contratto di servizio”. “Come già accaduto con la nomina del comandante del Corpo dei Polizia Municipale e con la fallimentare gestione del cosiddetto concorsone – aggiungono i sindacalisti – anche in questa vicenda le scelte della giunta comunale hanno seguito logiche tutt'altro che improntate all'efficienza. Forse si è ricercato l'effetto mediatico, ma con risultati lesivi per l'immagine della città e per il suo buon funzionamento. Aspettiamo ancora di vedere la discontinuità promessa e di poter discutere con l'amministrazione capitolina del futuro di Ama". "Ribadiamo al sindaco la nostra disponibilità a contribuire al superamento di questa impasse, ognuno nel rispetto del proprio ruolo – concludono –. È evidente la necessità di un cambiamento tanto nel merito quanto nel metodo. Ma servono soprattutto scelte rapide e risposte chiare”.



SINDACATI, CARBONE DAVANTI REGIONE LAZIO

CONTRO AUMENTO IRPEF

Cgil-Cisl-Uil, misura ingiusta che colpisce i più deboli


03.01.14 Sacchi di carbone davanti alla Regione Lazio per protestare contro l'aumento dell'aliquota regionale Irpef. Così questa mattina i sindacati Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio hanno manifestato per dire 'no' ad una misura che definiscono "ingiusta ed iniqua perchè colpisce i più deboli". In via Rosa Raimondi Garibaldi i tre segretari di Cgil, Cisl e Uil Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Peropaolo Bombardieri hanno spiegato le ragioni della protesta. "Oggi consegniamo a Zingaretti e alla sua giunta il carbone in anticipo rispetto alla Befana - ha detto Bombardieri - l'aumento dell'Irpef è assolutamente ingiusto e iniquo perchè colpisce solo i più deboli. Abbiamo depositato trenta chili di carbone all'ingresso della giunta ed è solo il primo passo di una mobilitazione che andrà avanti". Bertone ha sottolineato che "le risorse bisognava trovarle altrove, 230milioni di potevano recuperare benissimo nelle pieghe del bilancio. Questo aumento è iniquo perchè ricade solo sulle spalle di lavoratori dipendenti e pensionati, ma non è mai troppo tardi: si può aprire un tavolo per confrontarci su dove reperire queste risorse". Anche secondo Di Berardino "c'è stato un comportamento sbagliato verso lavoratori e pensionati, la Regione ha scelto di fare un prelievo forzoso solo dalle loro tasche con questo ulteriore più 0,6 per cento di Irpef. Tasse e crisi finiscono per diventare una morsa per la pace sociale. Quindi diciamo alla regione: ripensi a questa scelta, non ci sono in alcun modo le condizioni per condividerla".
Fonte ANSA
Foto Omniroma

SINDACATI: AL VIA DAL 03/01/14 MOBILITAZIONE CONTRO SUPER IRPEF

SI PARTE CON SIT -IN SOTTO REGIONE E POI VOLANTINAGGI NEL LAZIO


30.12.13  "Venerdi 3 gennaio inizierà la mobilitazione di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio per dire no all'aumento dell'addizionale regionale Irpef dello 0.6%". Così, in una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "A partire dalle ore 11 - proseguono - svolgeremo un presidio di fronte alla Regione Lazio (via Rosa Raimondi Garibaldi). Verranno spiegate ai cittadini le ragioni della nostra protesta contro un provvedimento che colpisce pesantemente i lavoratori dipendenti e i pensionati della regione più tartassata d'Italia". "La mobilitazione - aggiungono - continuerà nei giorni successivi con la distribuzione di volantini e manifesti nelle diverse città del Lazio e con una manifestazione unitaria nei pressi della Regione Lazio alla fine di gennaio".


SINDACATI SCRIVONO A ZINGARETTI: "SOSPENDERE AUMENTO ADDIZIONALE"


28.12.13 "Presidente Zingaretti, siamo sicuri non le sfugga la pesantezza della crisi economica che dal 2009 a oggi sta coinvolgendo sempre più intensamente il nostro territorio, le persone e le famiglie e per questo Le chiediamo di sospendere l'aumento dell'addizionale Irpef". Così, lo riferisce una nota, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri in una lettera aperta inviata oggi presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.
"Ci permettiamo di elencare solo qualche dato a conferma dell’esistenza di un forte disagio sociale - aggiungono - un tasso di disoccupazione che supera il 12%, oltre 52mila lavoratori in cassa integrazione, la disoccupazione, nella fascia 15-24 anni, al 40%, i 100mila posti di lavoro persi dall’inizio della crisi a oggi, la precarietà dei posti di lavoro (su 10 assunzioni 8,5 sono precarie), i circa 36mila lavoratori in cassa integrazione in deroga (come è noto, si tratta di lavoratori di piccole e piccolissime aziende), i moltissimi contratti di lavoro non remunerati o bloccati, a partire dai lavoratori del pubblico impiego che nel Lazio sono oltre 400mila, la perdita di quasi 6 miliardi di reddito per cassa integrazione, per mancata rivalutazione delle pensioni, per blocco dei contratti.
>> Leggi tutto


DI BERARDINO: CHIUDERE STRUTTURA PONTE GALERIA


23.12.13  "Che il Cie di Ponte Galeria sia di nuovo al centro delle polemiche non stupisce affatto. Ricordiamo bene la rivolta del febbraio scorso, le camerate incendiate. Ora l'anno si chiude con un'altra protesta, altrettanto clamorosa, con gli immigrati che si cuciono la bocca per urlare le condizioni disumane di detenzione". Cosi', in una nota, Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio.
"Da tempo - continua - la Cgil insiste perche' venga abrogata la legge Bossi Fini e perche' il centro venga chiuso. La dignita' umana va garantita dando vita a un nuovo sistema accoglienza. Chiediamo alla Regione Lazio e al Comune di Roma di farsi carico del problema sostenendo la chiusura della struttura".


DL SALVA ROMA: CGIL, EMENDAMENTO FAREBBE SALTARE PACE SOCIALE

           
18.12.13 " L'emendamento Lanzillotta, così approvato, farebbe saltare la pace sociale a Roma. E il sindacato guiderebbe ogni iniziativa necessaria per fermare un provvedimento che affosserebbe cittadini e lavoratori di Roma, con evidenti rischi di licenziamento per i lavoratori dell'Atac, dell'Ama e dell'Acea". Lo afferma il segretario generale Cgil Roma e Lazio, Claudio Di Berardino.  "Chiediamo al sindaco Ignazio Marino, così come ha fatto per Acea, di prendere le difese anche dell'Ama e dell'Atac - continua - affinchè le municipalizzate restino pubbliche e siano motore per un nuovo sviluppo di Roma e del Lazio".




DI BERARDINO, CGIL: ENTI LOCALI RENDANO PIÙ EQUO FISCO


14.12.13 "Questa legge di stabilità deve essere cambiata, ma per farlo c'è bisogno anche che gli enti locali, Regione e Comuni affrontino il tema, ad esempio, rendendo più equo e progressivo il fisco". Così il segretario della Cgil di Roma e Lazio, Claudio Di Berardino, sceso oggi in piazza Montecitorio, insieme ad alcune centinaia di manifestanti, per chiedere al Governo di modificare la legge di stabilità.
"Nessuno può pensare di aumentare con il bilancio 2014 le addizionali Irpef - incalza - perché questo significherebbe penalizzare le famiglie e far aumentare ulteriormente le fasce di povertà". "I provvedimenti che i governi hanno adottato, compreso l'ultimo con la legge di stabilità, sono risorse che finiscono tutte sul risanamento e nessun euro sullo sviluppo. Ripartire dal lavoro - conclude - che crea una condizione di dignità e può ridare una speranza per la crescita e per un futuro migliore, diventa l'elemento centrale".

CGIL LANCIA PIANO PER RILANCIO LAVORO A ROMA E NEL LAZIO


04.12.13 Rilanciare il lavoro a Roma e nel Lazio attraverso un piano su più direttrici per affrontare l'emergenza grazie a fondi locali ed europei. È l'obiettivo di "Il lavoro in testa", il Piano del Lavoro per Roma e il Lazio, presentato in un omonimo convegno stamattina nell'Aula Magna della Facoltà di Architettura di Roma Tre a Testaccio. Nella sua relazione introduttiva il segretario della Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino traccia lo scenario preoccupante di una crisi che "non è un dato naturale ma la conseguenza di azioni e mancate azioni". Ne fanno le spese diversi settori: si va dalla "desertificazione industriale" con una perdita di 20.000 posti di lavoro, all'edilizia che ammonta a "meno 22.000 occupati negli ultimi 12 mesi", fino ai servizi, il 75% del PIL nel Lazio, che vede il commercio "lasciare sul campo 30.000 posti di lavoro". Per reagire il segretario Cgil rilancia un Piano del Lavoro che rappresenti un sfida su varie emergenze.
>> Leggi tutto


BILANCIO ROMA CAPITALE
CGIL A CAPIGRUPPO, CHIUDERE SUBITO ITER


28.11.13 "La Cgil di Roma e del Lazio richiama i capigruppo di maggioranza e opposizione di Roma Capitale a un senso di responsabilità affinchè l'iter di discussione e approvazione del bilancio preventivo del 2013, che ormai è diventato il consuntivo del 2013 anche per il fatto che molte risorse sono state spese, soprattutto nella prima parte dell'anno, si concluda al più presto". Lo scrive in una lettera il segretario generale della Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino. "La gravità della situazione economica e sociale di Roma non consente di tergiversare: dal 2009 la crisi si è diffusa in modo capillare ed è stata pagata a caro prezzo dai lavoratori, dai pensionati e dai cittadini. I numeri, ancora una volta, sono lì a dimostrarlo: oltre 80 mila licenziamenti, circa 40 mila persone coinvolte in procedure di cassa integrazione, 260 mila disoccupati, oltre 340 mila dipendenti pubblici interessati dal blocco della contrattazione. Cresce la disoccupazione giovanile (30%), così come la precarietà sia nel pubblico sia nel privato: 8,5 assunzioni su 10 sono precarie. Crescono infine gli sfratti per morosità incolpevole, l'illegalità, il lavoro nero e sommerso e continuano ad aumentare i casi di abbandono scolastico e universitario.
>> Leggi tutto



CGIL ADERISCE A MANIFESTAZIONE IN CAMPIDOGLIO


22.11.13 "Il 25 novembre la Cgil di Roma e del Lazio parteciperà alla manifestazione 'Donne in Piazza' in Piazza del Campidoglio, da noi promossa insieme ad Assolei, Be Free, Casa Internazionale delle Donne di Roma, Fondazione Pangea, Freedom for Birth Rome Action Group, Sciopero delle donne, Punto D, Udi La Goccia, Udi Monteverde e Udi nazionale per contrastare la cultura che alimenta le diverse forme di violenza contro le donne". Lo comunica Cgil in una nota che prosegue: "La violenza contro le donne è il sintomo più drammatico di una società che ancora non ha raggiunto una reale parità tra donne e uomini, in tutti gli ambiti sociali, politico, economico, lavorativo ed è intrisa di modelli culturali stereotipati e maschilisti. Violenza contro le donne e femminicidio non sono fatti privati, ma politici, e necessitano di adeguate e integrate azioni di contrasto e di prevenzione, a partire dalle loro radici culturali.
>> Leggi tutto



SANITÀ, PIANO RIENTRO E ORGANIZZAZIONE: NUOVO CONFRONTO REGIONE-SINDACATI


18.11.13 "Dal mio punto di vista l'incontro è stato importante perché si è ribadita la necessità di rivedere la sanità non piu come costo ma anche come riorganizzazione, non solo chiusura di ospedali ma oppurtunità per i territori - ha detto Claudio Di Berardino, segretario generale Cgil Roma e Lazio - Si è parlato di come la questione sanitaria possa essre collegata alla necessità di rimodulare la partita del ticket rendendola piu equa e anche il concetto secondo il quale la sanità deve essere occasione di sviluppo provando a ragionare sull'extragettito che ora è andato a finire sulla mobilità capitolina ma che prima o poi si spera finisca anche sulla sanità". "Il 4 dicembre - ha concluso Di Berardino - ci incontreremo nuovamente per concludere questa serie di confronti magari con un protocollo tra le parti sociali e la Regione che possa rimettere in ordine tutti questi problemi".



(foto Omniroma)

SEGRETARI SINDACATI CHIUDONO MANIFESTAZIONE: VOGLIAMO CAMBIAMENTO


13.11.13 - I discorsi dei tre segretari di Cgil, Cisl e Uil di Roma e Lazio hanno chiuso la manifestazione per lo sciopero generale indetto dai sindacati confederali contro la Legge di Stabilità. Dal palco allestito in piazza Santi Apostoli, affollata da oltre duemila persone, Claudio Di Berardino della Cgil ha affermato: "Lo sciopero è un sacrificio ma lo facciamo per chiedere con forza la necessità di cambiare. Cgil, Cisl e Uil, lavoratori, pensionati, vogliono il cambiamento. La crisi sta peggiorando e lo paghiamo qui nel Lazio, dove non tollereremo mai che 36.000 lavoratori di questa regione possano essere licenziati. Sappiamo bene che i lavoratori hanno perso miliardi di euro con la crisi. Questa è la fotografia della realtà di Roma e del Lazio. Non è vero che esistono solo le scelte del governo e dell'Europa, non è vero che le risorse non si possono trovare. Chiediamo anche alle istituzioni locali di fare qualche passo, oggi ci saremmo aspettati la loro presenza perché servono risposte sul territorio".

>> Leggi tutto


METRO C, SINDACATI OCCUPANO SALA CARROCCIO IN CAMPIDOGLIO


12.11.13  I rappresentanti dei sindacati confederali hanno occupato la sala del Carroccio, dopo l'incontro con l'assessore alla Mobilità Guido Improta sulla questione Metro C.
A parlare per primo è Pierpaolo Bombardieri, segretario Uil Roma e Lazio: "Abbiamo occupato la Sala del Carroccio, Improta ci ha illustrato cose che non ci convincono. Abbiamo solo bisogno di chiarezza. Vogliamo capire perché l'accordo del 30 non è stato onorato. Stiamo per mettere tre bandiere per far capire che la sala è occupata. Non dipende da lui? Restiamo finché non ci dicono la verità, qualcuno si deve assumere la responsabilità per cui un accordo firmato non è stato rispettato". "Le risposte non sono arrivate - dichiara Claudio Di Berardino, segretario regionale Cgil - ognuno si deve assumere le sue responsabilità, faremo seguire parole ai fatti. Gli accordi sottoscritti si rispettano, in assenza di risposte coerenti con accordo, finché non otteniamo risposte sul pagamento dei lavoratori e sulla continuazione delle opere, saremo qui tutte le ore e i giorni che servono, il sindacato non molla. Il Comune dev'essere affidabile.
(Fonte e Foto Omniroma)
>> Leggi tutto


CRISI, DI BERARDINO: PERSI 25MILA POSTI IN UN ANNO, 70 VERTENZE APERTE


11.11.13 Lavoro, disoccupazione e cassaintegrazione al centro dell'intervento del segretario di Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino nella conferenza stampa di presentazione dello sciopero regionale indetto da Cgil, Cisl e Uil mercoledì 13 novembre. "Tra giugno 2012 e giugno 2013 - ha detto Di Berardino - c'è stata una perdita di oltre 25mila posti di lavoro, con un tasso di disoccupazione complessivo al 12,4%, mentre il tasso di disoccupazione giovanile si attesta al 28%. Se guardiamo la lista dei disoccupati, circa la metà è composta da disoccupati di lunga durata". Per la cassa integrazione, prosegue il leader Cgil, "sono 42mila a Roma e Lazio i cassintegrati in regime di giornata intera. Complessivamente la procedura riguarda oltre 70mila persone, principalmente nei settori dell'industria, del commercio e dei servizi, con punte massime su Latina e Viterbo, ma Roma fa comunque la parte del leone. Mi soffermerei su due aspetti: a volte i dati non tornano con quello che ci dicono i delegati, perché si ritarda l'autorizzazione della cassa integrazione da parte della Regione. Inoltre circa l'80% cassintegrati non percepisce l'indennità da alcuni mesi, pertanto alla Regione chiediamo di anticipare, attraverso il ricorso al credito, la retribuzione. Per la cassa integrazione in deroga, se non intervengono Regione e Comuni si rendono responsabili di un licenziamento di 36.000 persone a Roma e Lazio".
>> Leggi tutto


SIT-IN SINDACATI DAVANTI A MEF PER RISORSE CIG

CGIL, CISL E UIL: ''MANCANO 330 MLN PER 2013, INTERVENGA REGIONE''


08.11.13 Cgil, Cisl e Uil in protesta a Roma davanti al ministero dell''Economia e Finanze in via XX Settembre. Circa 150 persone si sono radunate sotto i colori dei tre sindacati confederali per sollecitare il Governo e gli enti locali allo sblocco della cassa integrazione in deroga di migliaia di lavoratori del Lazio. "Tempo fa a seguito di numerose manifestazioni abbiamo ottenuto il riconoscimento del diritto alla cassa integrazione- dichiara all''agenzia Dire il segretario generale Cgil, Claudio Di Berardino- Tuttavia questo non e'' sufficente, bisogna infatti fare in modo che quel diritto venga finanziato. La mobilitazione oggi e'' stata indetta per chiedere al Governo la copertura di quelle risorse che erano state prima stanziate, ma poi, in un secondo momento, cancellate. Se tale copertura non dovesse avvenire ci troveremmo di fronte a 36 mila persone licenziate senza copertura economica, solo nel Lazio".
>> Leggi tutto



RAGGIUNTO ACCORDO COMUNE-SINDACATI: TAGLIO 15% MONTE STIPENDI DIRIGENTI


06.11.13 C'è l'accordo fra il Comune e i sindacati confederali (Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl-Tpl) sulla difficile situazione Atac. Fra i punti principali dell'intesa, raggiunta al termine della riunione fra il Sindaco Marino, l'assessore alla Mobilità Guido Improta e le parti sociali nella Sala del Carroccio, il taglio dal 2014 del 15% del costo per gli stipendi dei dirigenti aziendali, la revisione dell'attuale sistema di appalti e la razionalizzazione dei costi esterni per la fornitura dei servizi. Inoltre, la garanzia che Atac rimarrà pubblica fino al 2019 (quando scatterà il bando europeo per le aziende di trasporto pubblico), la richiesta a Governo e Regione di adeguate risorse per sostenere i contratti di servizio e infine il blocco della spending review per consentire il pagamento della seconda tranche dell'una tantum di 350 euro ai lavoratori entro il 31 dicembre 2013. Soddisfatto l'assessore Improta: "Insieme si lavorerà a un processo di organizzazione del servizio, il sindacato non si è sottratto a questo impegno. Le proteste degli autorganizzati? Il problema non è la prova muscolare, il sindacato fa questo lavoro da prima che ci insediassimo. Molta comprensione per i lavoratori che si sono fatti promotori di un disagio non più tollerabile, ma gli accordi sindacali c'erano già nel 2011 e non sono stati rispettati dalla precedente gestione aziendale". I sindacati dal canto loro affermano con una nota unitaria: "Abbiamo preteso che il Comune di Roma s'impegnasse a tutti i livelli istituzionali a garantire le risorse economiche a copertura delle tematiche trattate". Prossimo appuntamento Comune-sindacati il 6 dicembre per verificare lo stato di avanzamento delle tematiche trattate.
(Fonte Omniroma)



BILANCIO ROMA CAPITALE, CGIL-CISL-UIL: URGE CONFRONTO CON GIUNTA

PRIMA CHE MANOVRA VADA IN CONSIGLIO, NUMERI INCONGRUENTI


05.11.13 "I numeri che leggiamo oggi sulla stampa in merito al bilancio comunale 2013 appaiono alquanto incongruenti e lasciano aperte molte domande, cui non riusciamo al momento a dare risposta, essendo mancato tra l''altro il necessario confronto con le parti sociali". Cosi'' i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Claudio di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Chiediamo pertanto al sindaco Marino e alla Giunta un immediato confronto sul bilancio 2013, prima che approdi in Consiglio", aggiungono.










CGIL-CISL-UIL:
SU AMMORTIZZATORI SOCIALI SERVE CERTEZZA RISORSE


04.11.13 "Lo scorso 31 ottobre abbiamo raggiunto in Regione l'accordo che proroga la cassa integrazione in deroga fino al 31 dicembre. Sicuramente un risultato importante che garantisce il mantenimento del diritto agli ammortizzatori sociali e quindi di un'adeguata forma di sostegno al reddito anche in assenza di copertura finanziaria da parte del Governo e senza il quale 36 mila lavoratori sarebbero stati automaticamente licenziati. Per salvaguardare le persone tuttavia non basta. Mancano all'appello, secondo i nostri calcoli, ancora 40 milioni di euro e le risorse per coprire i mesi di novembre e dicembre ancora non sono certe. Per chiedere lo sblocco di questa situazione venerdi 8 novembre, a partire dalle ore 9.30, Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio si raccoglieranno in un presidio sotto la sede del Ministero dell'Economia e delle Finanze, in via XX settembre". Così, in una nota unitaria, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri.



LAZIO: SINDACATI, C'E' ACCORDO PROROGA AMMORTIZZATORI


31.10.13 "Abbiamo raggiunto oggi, presso la Regione Lazio, l'intesa per la proroga degli ammortizzatori in deroga per i mesi di novembre e dicembre 2013. L'accordo consente, nonostante l'incertezza del finanziamento residuo del Governo, di mantenere inalterato il diritto a usufruire dello strumento degli ammortizzatori". Lo riferiscono Cgil, Cisl, Uil e Ugl di Roma e Lazio. "In sede di accordo sindacale dovranno essere concordate da subito, nell'ipotesi di mancata copertura, tutte le misure contrattuali atte a evitare il licenziamento. Cgil, Cisl, Uil e Ugl metteranno in atto tutte le azione affinché il Governo e la Regione garantiscano la copertura per tutto il 2013", spiegano in una nota.







SINDACATI: CIG IN DEROGA, PESANTISSIME RICADUTE. DECISIONE DI NON RIFINANZIARE SARA' URAGANO, GIOVEDI' PRESIDIO

29.10.13  "La decisione del governo di non rifinanziare la Cassa integrazione in deroga contrariamente a quanto preannunciato è un fatto di indicibile gravità. Le ricadute per i lavoratori e le imprese del Lazio saranno pesantissime, sarà un uragano che trascinerà nel baratro migliaia di famiglie". Lo dichiarano in una nota unitaria i segretari generali di Cgil-Cisl e Uil di Roma e del Lazio, Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri. "Per questo giovedì 31 ottobre dalle ore 9,30 alle ore 12,30 si terrà un presidio unitario di fronte alla Regione Lazio perché la Regione si faccia carico del problema e si faccia interprete presso il governo".


LEGGE STABILITÀ 2014, SINDACATI: MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE SCIOPERO 4 ORE


26.10.13 "Cambiare la legge di Stabilità 2014. Dagli sprechi e dalle rendite più risorse ai lavoratori e ai pensionati. Queste le ragioni dello sciopero di quattro ore indetto da Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio per mercoledì, 13 novembre prossimo". E' quanto annunc iano in una nota congiunta i tre segretari generali dei
sindacati confederali Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri.
"In preparazione dello sciopero e della  manifestazione provinciale che a Roma muoverà da Piazza dell'Esquilino a Piazza SS. Apostoli - aggiungono - nei prossimi giorni si svolgeranno assemblee nei luoghi
di lavoro e campagne informative per  spiegare le proposte del sindacato".

>> Scarica volantino


CGIL CISL UIL : BENE INTERVENTO PRESIDENTE ACER
"OGGI PIU'' CHE MAI ABBIAMO BISOGNO DI STARE TUTTI INSIEME"


23.10.13 "Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio hanno apprezzato i toni e la sostanza dell''intervento del presidente dell''Acer, Edoardo Bianchi, che abbiamo ascoltato durante l''assemblea annuale dell''associazione." E'' quanto dichiarano, in una nota congiunta, i segretari di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio, Eugenio Stanziale, Paolo Rigucci e Agostino Calcagno. "Le scelte coraggiose, rigorose e chiare da lui invocate- continua la nota- sono le stesse che quotidianamente le organizzazioni sindacali confederali, tra difficolta'' ed incomprensioni, chiedono agli amministratori e alle imprese del nostro territorio. Tutti i nostri indicatori affermano che c''e'' un disagio molto piu'' profondo di quello che appare e nei prossimi mesi la situazione potrebbe ulteriormente aggravarsi. C''e'' bisogno di concretezza, impegno, tempestivita''. Riattivare il settore delle costruzioni e'' un primo passo necessario per arrestare il declino occupazionale e dare opportunita'' a questa citta''".
>> Leggi tutto


LEGGE DI STABILITA': CGIL CISL UIL SCIOPERO 4 ORE

MANIFESTAZIONI TERRITORIALI DA GESTIRE DA OGGI A META' NOVEMBRE

21.10.13 Quattro ore di sciopero con manifestazioni territoriali da gestire, da mettere in campo da qui a metà novembre: è la decisione assunta dai segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Camusso, Bonanni e Angeletti, per chiedere e sostenere il cambiamento della legge di stabilità in Parlamento, su cui hanno ribadito il 'giudizio negativo'. (ANSA)

>>Scarica il volantino


CGIL ROMA LAZIO: LANCIATE UOVA CONTRO SEDE SINDACATO


18.10.13 "Questa mattina, mentre sfilava il corteo, intorno alle 12.30 sono esplose due bombe carta all'angolo tra Via Merulana e Via Buonarroti, immediatamente una ventina di manifestanti si sono staccati e diretti di fronte alla sede della Cgil di Roma e del Lazio, al civico 12 di via Buonarroti appunto e lanciato uova contro la facciata dell'edificio al grido di ingiurie contro il sindacato confederale". E' quanto dichiara in una nota la segreteria della Cgil di Roma e del Lazio.
"La Cgil di Roma e del Lazio, - continua la nota - pur difendendo il diritto a manifestare, condanna con fermezza questo vile atto squadrista e fascista che sembra emulare gli assalti alle sedi sindacali, durante quel buio periodo storico, il ventennio appunto. Il disagio sociale che attraversa larga parte della nostra società, non può e non deve trovare sbocco in nessun atto violento".

SINDACATI: COMUNE ROMA NON AUMENTI IRPEF

"DIFFICOLTÀ FAMIGLIE, È GIÀ CITTÀ CON TASSE PIÙ ALTE D''ITALIA"


17.10.13  "Se il dl collegato alla legge di stabilita'' e'' un invito rivolto al Comune di Roma ad aumentare l''aliquota dell''addizionale comunale Irpef, recuperando in questo modo fino a ulteriori 141 milioni di euro circa, riteniamo che questo sia un invito che il Comune di Roma debba respingere, in quanto esso stesso e'' consapevole dello stato di crisi e di difficolta'' economico-sociali in cui si trovano le famiglie e le persone a Roma. Senza dimenticare tra l''altro, che Roma e'' la citta'' con le tasse piu'' alte d''Italia". Cosi'' in una nota congiunta i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Lazio, Claudio Di Berardino, Mario Bertone e Pierpaolo Bombardieri.



BILANCIO ROMA CAPITALE



DI BERARDINO, CGIL: ROMA ABBIA FISCO EQUO E PROGRESSIVO


14.10.13 "I segretari dei principali sindacati cittadini sono stati invitati dal sindaco della capitale Ignazio Marino per discutere insieme agli assessori del disastrato bilancio del Comune e delle proposte per risanarlo". Così, ai microfoni di Radio Manà Manà, Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio, come riferisce l'emittente in una nota. "Ci preoccupano lo stato della città e i problemi delle persone – ha affermato Di Berardino - che sono soprattutto legati al lavoro, colpito dalla crisi. Per questo il ragionamento fiscale diventa di fondamentale importanza, perché un’amministrazione comunale come quella di Roma deve preoccuparsi di avere un fisco equo e progressivo. (Fonte Omniroma)
>> Leggi tutto






Agenda

16.04.14 Assemblea Cgil Cisl Uil di Roma e del Lazio dei lavoratori delle aziende del Comune di Roma e del Gruppo Roma. Teatro Eliseo, via Nazionale, 183 alle ore 10.30 Volantino




Modulo iscrizione
Volantino
Regolamento

Clicca qui per sapere dove trovare la sede più vicina a te oppure vai sul sito  del CAAF Cgil Lazio e Basilicata





Vai alla pagina dedicata



NEWSLETTER CGIL ROMA E LAZIO
N° 223 del 4 aprile 2014
Archivio Newsletter



 










Scarica il volantino della Campagna di informazione sugli STAGE a cura del Dipartimento Politiche Giovanili della Cgil di Roma e del Lazio.

>> Leggi comunicato




Vuoi iscriverti alla CGIL? clicca qui per la preiscrizione on-line


Leggi comunicato di adesione della Coordinamento Donne della Cgil di Roma e del Lazio












Il volantino
Il percorso











2-7.09.13 PIAZZA BELLA PIAZZA. IL PIANO DEL LAVORO. Quinta edizione dela Festa dei Diritti organizzata dalla Cgil di Roma e del Lazio. Locandina

Scarica il programma della festa

Mino Mellone

Ha passato gran parte della sua vita lavorativa all'Inca  con dedizione e passione, unendo sensibilità e competenza; umanità e correttezza nei rapporti con gli altri. La Cgil di Roma e del Lazio fa le più sentite condoglianze ai suoi familiari.



Il progetto C.Re.A.T.E.S. (Capital Regions and the 2020 European Strategy – Regioni Capitali e la strategia EU2020) finanziato dalla Commissione Europea ha come obiettivo la sensibilizzazione e informazione dei sindacati delle capitali europee rispetto alla Strategia Europa 2020. I partner del progetto sono sindacati operanti a livello territoriale nelle capitali europee.
La conferenza conclusiva del progetto si terrà a Roma ospitata da CGIL Roma e Lazio, CISL Roma e Lazio, UIL Roma e Lazio nei giorni 23-25 settembre 2013 e vedrà la partecipazione dei partner del progetto aderenti a ECTUN (network informale dei sindacati delle capitali europee).












Leggi tutto











 



Programma




TUTTE LE INIZIATIVE NEL LAZIO



Firma la petizione per istituire anche in Italia la Youth Garantee clicca qui




Scarica l'appello e leggi chi ha già aderito

Clicca qui per aderire

Per sostenere la ricostruzione della struttura  www.cittadellascienza.it



Clicca sull'immagine per guardare lo spot



MARZO 2013 Molte le iniziative promosse dai Coordinamenti Donne della Cgil e delle categorie in programma nel Lazio. Vai alla pagina dedicata 




Proposta d'iniziativa dei cittadini europei: Iniziativa Europea per il Pluralismo dei Media
Iniziativa Europea per il Pluralismo dell'Informazione

Firma!FIRMA PER SOSTENERE L'INIZIATIVA




Gli appuntamenti in Italia
Gli appuntamenti a Roma e nel Lazio

Volantino SPI e Coordinamento Donne Cgil Roma e Lazio

Volantinaggi




Vai alla pagina speciale



CAMPAGNA PER I DIRITTI DI CITTADINANZA

  TESSERAMENTO 2014


CONVENZIONE UNIPOL


IL PROGETTO EUROPEO

  CAMPAGNA PER IL REDDITO MINIMO GARANTITO

Il progetto C.Re.A.T.E.S. (Capital Regions and the 2020 European Strategy – Regioni Capitali e la strategia EU2020) finanziato dalla Commissione Europea ha come obiettivo la sensibilizzazione e informazione dei sindacati delle capitali europee rispetto alla Strategia Europa 2020. I partner del progetto sono sindacati operanti a livello territoriale nelle capitali europee.

La XIII conferenza permanente dei sindacati europei si è tenuta a Roma presso l'Acquario Romano ospitata da Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio. Alla conferenza hanno partecipato 62 delegati di 27 sindacati tra i quali come osservatori anche rappresentanti dei sindacati delle Capitali di prossimità, Kiev, Minsk e Tunisi. Durante la conferenza sono stati presentati i risultati della ricerca, svolta nell'ambito del progetto Creates, sul ruolo e le indicazioni dei sindacati riguardo agli obiettivi dell'Unione Europea nella Strategia Europa 2020. In occasione della XIII Conferenza è stata presentata in Campidoglio una dichiarazione di intenti tra Ectun (Rete dei sindacati delle Capitali europee) e Opce (Rete delle associazioni imprenditoriali delle Capitali europee) con l'intento di avviare una fase di confronto, discussione e collaborazione utile a favorire lo sviluppo economico-sociale e l'occupazione nei territori di rispettiva competenza.

Info: www.createsproject.eu



La Legge Regionale n. 4 del 4.3.2009 ha istituito il reddito minimo garantito, sostegno al reddito in favore di disoccupati, inoccupati o precariamente occupati. La legge è nata nel pieno della crisi economica come parte integrante delle misure di limitazione e contrasto alla crisi e risponde ai bisogni di quella gran parte dei cittadini e delle cittadine del nostro territorio che non ha né sostegni al reddito né ammortizzatori sociali.
Si tratta di una legge all’avanguardia, unica in Italia, al pari delle più avanzate legislazioni europee in materia di politiche attive del lavoro e come st
rumento di lotta alla povertà.
Nel bilancio della Regione Lazio di quest’anno la legge non ha avuto alcuna copertura finanziaria nonostante la situazione economica e sociale della nostra regione sia grave. La giunta Polverini ha dichiarato addirittura di volerla abrogare.

  IL PROGETTO EUROPEO

  IL PROGETTO EUROPEO

10-12.02.12 Edimburgo

15-16.06.12 Roma: IL LAVORO SULLE DISCRIMINAZIONI MULTIPLE: ORIENTAMENTO SESSUALE, IDENTITA' E IMMIGRAZIONE organizzato da Ufficio Nuovi Diritti Cgil Roma e Lazio